Coronavirus, 34283 contagi, 753 decessi

Il nuovo bollettino di oggi, sull’andamento del Coronavirus in Italia, segna un ulteriore incremento dei nuovi positivi e dei decessi. Intanto, gli occhi sono sempre puntati sulle riaperture e su un eventuale Dpcm salva-Natale, con il governatore del Piemonte Alberto Cirio che avverte: “Non si faccia come quest’estate”. Il presidente della Liguria, Giovanni Toti, dice però che l’obiettivo è quello di avere i “locali aperti”. Intanto, sul fronte estero, terapie intensive esaurite in Svizzera,    mentre a Berlino negazionisti in piazza: scontri con la polizia.

Il bollettino di oggi

Sono 34.283 i nuovi casi odierni da Coronavirus registrati in Italia, a fronte di 234.834 tamponi effettuati, per un tasso di positività del 14,59%, che si abbassa ulteriormente dopo il 15,44% di ieri. Il rapporto invece casi testati/tamponi oggi è 27,6%. I morti sono invece 753, che portano a 47.217 il totale delle vittime (ieri erano 731). Le terapie intensive aumentano di 58 unità, mentre i ricoveri di 430. Rapporto positivi/tamponi è di 14,6%.

A livello nazionale è occupato da pazienti Covid il 42% dei posti in terapia intensiva, ovvero il 12% oltre la soglia critica del 30%. Un dato quasi stabile rispetto al giorno precedente ma che ormai riguarda ben 17 regioni su 21: una settimana fa erano ‘solo’ 10. A mostrare una criticità diffusa da Nord a Sud è il monitoraggio Agenas, aggiornato con i dati del 17 novembre. Le regioni oltre la soglia sono Campania (34%), Emilia Romagna (35%), Lazio (32%), Liguria (53%), Lombardia (64%), Marche (45%), Provincia di Bolzano (57%), Provincia di Trento (39%), Piemonte (61%), Puglia (41%), Sardegna (37%), Toscana (47%), Umbria (55%), Valle d’Aosta (46%), mentre la Sicilia è al limite, al 30%. I posti nei reparti di medicina occupati da pazienti Covid sono il 51% a livello nazionale, rispetto a una soglia del 40%: anche questo un dato stabile ma che ora riguarda 15 regioni, a fronte delle 12 di 7 giorni prima.

Le regioni / Campania

Sono 3.657 i nuovi casi di Coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania, dall’analisi di 23.479 tamponi. Dei 3.657 nuovi positivi (il 15,5% del totale dei tamponi esaminati) 430 sono sintomatici e 3.227 sono asintomatici. Il totale dei casi registrati dall’inizio dell’emergenza è 121.942, mentre sono 1.331.959 i tamponi complessivamente esaminati. Nel bollettino odierno della Regione Campania sono inseriti 75 nuovi decessi, ma viene specificato che si tratta di decessi avvenuti tra il 3 e il 17 novembre. Sono 1.169 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania è 25.643. Ci sono 200 pazienti ricoverati in terapia intensiva su 656 posti disponibili. Il tasso di saturazione si attesta, pertanto, al 30%. I posti letto occupati di degenza sono 2.259 su 3.160 disponibili sia in strutture pubbliche che private.

Piemonte

Sono 63 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 5 verificatisi oggi. Il totale è ora 5.253 deceduti risultati positivi al virus. I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 134.828 , + 3.281 rispetto a ieri, di cui 1.094, il 33% sono asintomatici. I ricoverati in terapia intensiva sono 388 (+4 rispetto a ieri), quelli non in terapia intensiva sono 5.208 (+ 58 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 69.468 I tamponi diagnostici finora processati sono 1.322.809 (+17.755 rispetto a ieri), di cui 72.053 risultati negativi.

Veneto

Il Veneto supera i 3mila morti, con 52 decessi nelle ultime 24 ore, e i 2mila e 500 ricoveri complessivi. Questo il quadro odierno del bollettino Covid in Regione, presentato durante il punto stampa dal governatore Luca Zaia: “Speriamo di essere entrati nella parte alta della curva. Ora bisogna vedere quanto durera’”. I positivi di oggi sono a quota 2.972 e il Veneto registra oltre 50mila test tra tamponi rapidi e molecolari.

Lazio

“Oggi su quasi 27mila tamponi, nel Lazio si registrano 2.866 casi positivi, 80 decessi e 550 guariti”. Lo fa sapere l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, sottolineando che “lo scenario di trasmissione del virus è stabile. La ‘zona gialla’ non è scontata, ma dipende dal rigore nei comportamenti”. A Roma i nuovi casi sono 1.305.

Toscana

In Toscana  sono 2.508 i positivi in più rispetto a ieri. L’età media dei 2.508 casi odierni è di 47 anni circa. I guariti crescono dell’8,9% e raggiungono quota 30.573 (35,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.385.511, 22.365 in più rispetto a ieri, di cui l’11,2% positivo. Sono invece 10.475 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 23,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 2.721 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.110, -0,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (18 in più rispetto a ieri), di cui 282 in terapia intensiva (5 in più). Oggi si registrano 55 nuovi decessi: 32 uomini e 23 donne con un’età media di 82,7 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 31 a Firenze, 4 a Prato, 2 a Pistoia, 4 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 8 a Pisa, 2 a Arezzo, 3 a Grosseto. Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse.

Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 95.654 casi di positività, 2.371 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.732 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,4 %, rispetto al 9,9% di ieri. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,2 anni. La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 528 nuovi casi e Modena con 461, a seguire Reggio Emilia (273), Piacenza (236), Parma (228), Rimini (173), Ravenna (130), Ferrara (105), Imola (92), Forli’ (86) e Cesena (59). Effettuati 20.732 tamponi, per un totale di 1.916.548. A questi si aggiungono anche 3.858 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 59.319 (2.053 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 56.626 (+2.058 rispetto a ieri), il 95,4 % del totale dei casi attivi. Si registrano 53 nuovi decessi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 244 (-3 da ieri), 2.449 quelli in altri reparti Covid (-2).

Puglia

In Puglia sono stati registrati 1.368 casi positivi su 10.265 test: 612 in provincia di Bari, 145 in provincia di Brindisi, 158 nella provincia BAT, 228 in provincia di Foggia, 97 in provincia di Lecce, 117 in provincia di Taranto. Sono 28 i decessi: 7 in provincia di Bari, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 14 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 676.224 test. 9.385 sono i pazienti guariti e 27.614 sono i casi attualmente positivi.

Liguria

In Liguria scendono i ricoveri ospedalieri: ad oggi i pazienti sono 1.489, meno 21 rispetto a ieri. Di questi, 118 sono in terapia intensiva. Il report registra 775 nuovi casi di positività al Coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 6.806 tamponi, 542.028 da inizio emergenza. Aumenta ulteriormente il numero delle vittime: sono 19 quelle registrate nelle ultime 24 ore. Si tratta di persone tra i 60 e i 94 anni, morte tra il 13 novembre e oggi. Da inizio emergenza sono morte in Liguria 2.163 persone positive al Coronavirus.

Abruzzo

Rispetto a ieri si registrano 641 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 98 anni) in Abruzzo. Il bilancio dei pazienti morti registra 9 nuovi casi e sale a 712. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 357482 test (+4.600 rispetto a ieri). Sono 621 pazienti (+31 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 65 (-1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 13.704 (+352 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 6.714 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+260 rispetto a ieri), 4.092 in provincia di Chieti (+104), 4.324 in provincia di Pescara (+124), 5.634 in provincia di Teramo (+123), 207 fuori regione (-1) e 222 (+31) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Marche

Resta alto ma scende, anche oggi, il rapporto positivi/tamponi nelle Marche. Il servizio Sanità della Regione comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.802 tamponi: 1.789 nel percorso nuove diagnosi e 3.013 nel percorso guariti. I nuovi casi sono 479 con un’indice di positività del 26,8% mentre ieri era al 29% (357 casi su 1.229 tamponi) ed il giorno prima ancora al 30,4% (282 casi su 928 tamponi). Dei contagi odierni 147 sono stati rilevati in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 5.335, 134 ad Ancona (7.259), 82 a Pesaro-Urbino (4.906), 66 a Fermo (2.881), 45 ad Ascoli Piceno (3.278) e 5 da fuori regione (775). I nuovi casi comprendono 79 soggetti sintomatici.

Alto Adige

Sono 11 le persone decedute nella giornata di ieri in Alto Adige. Il rapporto tamponi-nuovi casi è pari a 16,8%, ovvero 581 nuovi casi su 3.468 tamponi esaminati. In totale le persone morte che avevano contratto il Covid-19 salgono a 425. Delle 140.362 persone complessivamente sottoposte a tampone dall’inizio della pandemia, 18.685 sono risultate positive, la prima il 24 febbraio. Resta sempre molto forte, ma stabile, la pressione sugli ospedali. I pazienti ricoverati sono complessivamente 520, 353 si trovano nei normali reparti ospedalieri, 128 nelle strutture private convenzionate e 39 (cinque in meno rispetto a ieri) nelle terapie intensive.

Sardegna

Sono 16.518 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 422 nuovi casi, 186 rilevati attraverso attivita’ di screening e 236 da sospetto diagnostico. Si registrano anche 10 decessi (350 in tutto).

Basilicata

La task force regionale della Basilicata comunica che ieri, 17 novembre, sono stati processati 2.061 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 272 (236 i residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata risultano guarite 45 persone, di cui 44 residenti. Inoltre, negli ultimi 3 giorni (dal 15 novembre al 17 novembre) sono stati registrati 14 decessi. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.335 (4.157 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 236 positivita’ di residenti e si sottraggono 44 guarigioni di residenti e 14 decessi) e di questi 4.163 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 99 deceduti. Sono 172 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 132.066 tamponi, di cui 125.586 risultati negativi.

Circa Redazione

Riprova

Lamorgese: ‘Sarà un Natale di sacrifici, 70 mila agenti per i controlli nelle feste’

“Ci saranno forze polizia in numero elevato, circa 70mila unità, che saranno addette a questo …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com