Coronavirus: 170 i morti, altri 700 i nuovi casi

Una vittima nella provincia sudoccidentale del Sichuan porta a 38 i nuovi decessi per il coronavirus cinese, 37 dei quali nello Hubei, per un totale di 170 vittime dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi registrati nella giornata di ieri in tutto il territorio cinese sono stati oltre 1.700, piu’ di mille dei quali solo nella provincia focolaio dell’infezione, secondo l’ultimo bilancio del governo centrale.

Anche il Tibet ha riportato il suo primo caso, rende noto la Commissione sanitaria nazionale (Nhc) cinese. Le 38 nuove morti segnano il piu’ alto aumento di decessi giornalieri dall’inizio dell’epidemia e arrivano mentre e’ in corso un massiccio sforzo di contenimento che sta tenendo bloccate decine di milioni di persone nello Hubei. La maggior parte delle ultime infezioni segnalate si e’ verificata proprio nella provincia focolaio del virus, che ne ha registrate 1.032.

Primo caso di nuovo coronavirus anche in India. Il ministero della Salute indiano ha confermato che un ragazzo, studente all’Università di Wuhan, tornato in Kerala, è risultato positivo al virus. Lo studente si trova ora in isolamento in ospedale e le sue condizioni sono stabili. Lo riporta il quotidiano Hindustan Times.

Intanto la situazione in Italia sembra al momento sotto controllo. “Bisogna essere molto cauti perche’ non abbiamo ancora i risultati delle analisi ma dalle notizie fornite dalla paziente e in base alle sue condizioni di salute e’ scattato il protocollo ministeriale. I Coronavirus sono tanti, quindi bisogna accertare che sia quello cinese o meno”, ha dichiarato all’Ansa il direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, a proposito del presunto caso di infezione da Coronavirus in Puglia. “La paziente e’ stata trasferita ieri sera dal Vito Fazzi di Lecce al Policlinico di Bari, ospedale di riferimento regionale per questi casi – ha aggiunto – E’ in questo momento ricoverata in isolamento in Malattie infettive al Policlinico di Bari, le analisi sono state gia’ inviate a Roma e attendiamo i risultati in giornata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com