Coppa Davis. L’Italia sfida la Gran Bretagna

 Saranno Fabio Fognini e James Ward ad aprire la sfida tra Italia e Gran Bretagna valida per i quarti di finale di Coppa Davis. È questo l’esito del sorteggio che si è svolto poco fa al Tennis club Napoli dove da domani a domenica andrà in scena questa attesissima sfida. L’Italia cerca di conquistare la semifinale di Coppa Davis, a sedici anni di distanza dalla “quasi impresa” di Gaudenzi e soci sconfitti in finale dalla Svezia. Adesso l’Italia del tennis si affida a Fabio Fognini, salito al numero 13 del seeding mondiale, e che ha fatto tremare coach Barazzutti per un problema al costato rimediato a Miami. “Fogna” sarà regolarmente in campo come numero uno azzurro insieme ad Andreas Seppi e a Simone Bolelli che dovrebbe essere il compagno di doppio del ligure. Sulla strada degli azzurri la Gran Bretagna, mai stata uno spauracchio ma che oggi fa paura grazie alla presenza di Andy Murray. Il campione olimpico e di Wimbledon proverà a trascinare Daniel Evans, James Ward e Colin Fleming. Si giocherà a Napoli, sulla terra rossa dell’Arena che potrebbe e ci si augura sia l’alleata principale dei nostri portacolori dal momento che Andy Murray, tra l’altro non in splendida forma, è tutto tranne che un terraiolo. Per cui, nonostante la presenza del fuoriclasse britannico, l’Italia parte favorita o comunque ha ottime di possibilità di centrare una semifinale che gli amanti del tennis nostrano aspettano da sedici anni. Dopo la sfida tra Fognini e Ward sarà la volta di Seppi e Murray, assente al sorteggio per problemi gastrointestinali. Gli inglesi proveranno in tutti modi a mandare in campo il campionissimo puntando magari sul possibile rinvio delle sfide vista la pioggia prevista domani. Passati i singoli, sarà la volta del doppio composto da Fognini e da Simone Bolelli contro Fleming e Hutchins anche se si pensa che possa scendere in campo Murray. Infine i singolari che potrebbero decidere la qualificazione si giocheranno, tempo permettendo domenica, con Fognini a sfidare Murray e in chiusura, eventuale, Seppi e Murray.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com