Continua la partita a scacchi tra Nissan e Renault, c’è sempre Fca all’orizzonte

L’alleanza tra Nissan e Renault continua a vacillare, all’orizzonte c’è sempre Fca. Nonostante il passo indietro da parte del governo francese sembra aver rilanciato le quotazioni dei nipponici all’interno del Cda con i francesi, le indiscrezioni che arrivano parlano di un rapporto ancora complicato tra le due case automobilistiche.

Renault infatti non avrebbe ancora accantonato del tutto l’idea di una fusione con Fca, e anzi i contatti continuerebbero ad esserci anche se in via non ufficiale. Nissan non ha mai posto il veto alla trattativa ma chiede una maggiore indipendenza prima di dare il via libera alla trattativa. Fca e Renault hanno lasciato uno spiraglio aperto per il futuro facendo sapere che non è possibile escludere una ripresa delle trattative. In realtà ci sperano entrambi e sembra che i contatti non si siano mai definitivamente interrotti. Raffreddati sì, ma lo scopo resta quello almeno di venirsi incontro per provare a intavolare una discussione credibile.

Con il passo indietro del governo francese, che aveva posto una serie di condizioni irrealizzabili di fronte alla proposta di fusione avanzata da Fca, l’ultimo nodo da sciogliere resta quello di Nissan, I nipponici sono disposti e intenzionati a dire sì a patto che prima gli venga riconosciuto uno spazio maggiore nel Cda di Renault. Ma tra nipponici e francesi tira aria di tempesta. La Nissan ha proceduto con la formazione di tre comitati di controllo – decisione presa dopo il caso Ghosn – e la Renault, inizialmente intenzionata a non votare, ha alla fine piazzato due dei suoi uomini nel comitato. La sensazione è che i francesi sperino in qualche sostituzione chiave ai vertici di Nissan con la speranza che subentri qualche figura chiave maggiormente orientata ad accettare la trattativa di fusione con Fca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com