Continua indagine della magistratura sullo spreco di fondi pubblici nelle regioni italiane

La Sicilia si distingue dal resto dell’Italia, quale campione di sprechi.

Continua a tutto campo l’indagine della Magistratura sullo spreco dei fondi ai partiti nelle varie regioni d’Italia. Nonostante la lezione avuta alla Regione Lazio, con le dimissioni del Presidente circa un anno fà e lo scioglimento del Consiglio Regionale continua imperterrito l’abuso l’appropriazione e lo spreco di danaro pubblico da parte dei vari gruppi consiliari in molte regioni d’Italia. Il parlamentino Siciliano, si distingue quale campione di sprechi in uno al primato di consiglieri indagati. Infatti su ottanta consiglieri settantaquattro sono destinatari di avvisi di garanzia, per peculato e truffa ai danni dello Stato. Passando dal Sud al Nord il governatore del Piemonte Cota, ha ricevuto l’avviso di garanzia per peculato truffa ed abuso di pubblici uffici per avere acquistato biancheria intima ed altre spese volutuarie personali con i soldi dei partiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com