Conte a M5S: ‘Movimento a due teste, è inaccettabile’

Conte è forse a un passo dall’addio a M5S. Non partecipa al webimar con De Maio, annullando  l’intervista a Sky prevista in serata. Non è escluso che  nei prossimi giorni potrebbe indire una conferenza stampa, spiegando le sue scelte e le sue ragioni dopo l’affondo di Beppe Grillo riunito con i parlamentari M5S.

Grillo ha parlato chiaro e fatto comprendere che non vuole fare alcun passo di lato. Se lo statuto va bene così com’è, uno dei ragionamenti in corso, è chiaro che le cose non possono andare.

Video: M5S, Appendino: «Credo nel progetto Conte, se servo darò il mio contributo» (Corriere Tv)

Conte voleva imprimere un autentico rinnovamento al M5S, non dandogli una semplice passata di vernice. Grillo ha rivendicato con forza il suo peso nel M5S, Conte è pronto a rifiutare quella che molti già battezzano come una diarchia. Al telefono, il garante chiede risposte sulle criticità all’ex premier.

Grillo invia stoccate: ‘Conte deve studiare e imparare cos’è il Movimento, gli ho detto che io sono un visionario, lui non lo è,  ed è lui ad aver bisogno di me, non io di lui’.

Anche in ambienti vicini al fondatore del M5S c’è la consapevolezza che una rottura porterebbe a una emorragia di parlamentari. Già in molti, indipendentemente dalla leadership, erano a un passo dall’addio: una ventina di eletti, prevalentemente deputati, convinti di non avere un futuro nel Movimento. Se il muro tra Grillo e Conte non dovesse venire giù, nei gruppi parlamentari il rischio di un ‘liberi tuttì diverrebbe quasi una certezza.

Il garante a Roma incontra deputati e senatori. Un blitz e una marcatura anche ‘fisica’, con tanto di foto di gruppo a Palazzo Madama,  richiesta dai senatori, 24 ore dopo l’incontro tra i parlamentari e Giuseppe Conte, con mascherine e nuovo logo dei Cinque Stelle.

‘Ma quindi è davvero finita, si ritira? Nelle chat pentastellate è l’ora del panico. Il possibile passo indietro di Giuseppe Conte – ipotesi divenuta sempre più concreta dopo lo show di Beppe Grillo alla Camera – rischia di creare un vero e proprio terremoto all’interno del Movimento 5 Stelle. Un M5S diviso, spaccato in due: da una parte i parlamentari rimasti fedeli al garante, dall’altra i ‘contianì pronti a seguire l’ex presidente del Consiglio qualora quest’ultimo dovesse dar vita a un suo nuovo partito. Già nei giorni scorsi, quando sulla stampa erano rimbalzate le indiscrezioni su una nuova forza politica di Conte, molti eletti si erano detti pronti a lasciare il Movimento 5 Stelle per imbarcarsi in una nuova avventura ‘contianà. Tanto più che in una nuova creatura politica verrebbe meno il problema, non di poco conto, del vincolo dei due mandati. Intanto tra il garante e l’ex premier è sceso il gelo. La telefonata tra i due non è stata risolutiva, come in molti speravano. E  Grillo ha lasciato la Capitale senza che ci fosse un incontro con Conte.

Video: La telefonata tra Conte e Grillo (Mediaset)

Quello che Grillo sottolinea più volte e con amarezza è la mancanza di condivisione: ‘A Conte avevamo detto di prendere lo statuto e di farlo evolvere, di partire dal nostro statuto. Lui invece ha preso due avvocati e ha scritto un’altra cosa. Me lo ha dato e mi ha detto di non farlo leggere a nessuno. Io l’ho letto e tante cose non andavano’. E c’è chi tra i big lo rimarca: ‘Se Giuseppe avesse fatto sentire Grillo parte del progetto, ora non saremmo a questo punto’.

E più lo scontro è salito di tono, con tanto di voci di un passo d’addio di Conte, più Grillo ha sentito la necessità di rendere tangibile a tutti,  anche all’ex premier,  la sua centralità nel Movimento.

In radio è intervenuto Davide Casaleggio. Intervistato da Andrea Lucatello e Riccardo Quadrano il presidente dell’associazione Rousseau ha attaccato Giuseppe Conte e il neo Movimento.

‘Credo ci siano due visioni diverse del Movimento che stanno emergendo, poi della trattativa tra Grillo e Conte non conosco i dettagli, ma ho già espresso diverse volte il mio pensiero su M5S e su come si stia trasformando in qualcos’altro’, attacca il gestore dell’ex piattaforma online di partito. Per il presidente di Rousseau ‘le idee di Conte non mi sono ancora chiare, perché lo statuto lo tengono segreto? Mi sembra un’organizzazione più basata su modelli partitici del 900 che su un movimento’, prosegue Casaleggio.

I principi – spiega Casaleggio – erano chiari fin ad un anno fa, ma ora lo sono meno e per questo ho deciso di prendere le distanze.

Per Casaleggio ‘è il momento più difficile per il Movimento. Durante quest’anno sono state commesse una serie di violazioni di principi e regole che hanno sempre caratterizzato M5S e che hanno attratto tante persone. Ma se questi principi vengono meno, le persone si disaffezionano’, attacca il presidente di Rousseau che interviene anche su una futura battaglia legale che potrebbe consumarsi il nuovo partito di Conte e l’associazione da lui guidata.

‘Nello Statuto del Movimento le votazioni si fanno su Rousseau e vengono verificate da Rousseau. Se questo non si verificherà, potrebbe portare a ricorsi. Ma per cambiare lo Statuto serve un processo legittimo’, aggiunge ancora il figlio di Gianroberto Casaleggio.

Uno degli elementi di scontro tra Beppe Grillo e l’ex premier Conte parrebbe essere anche la possibilità di superare il vincolo dei due mandati elettivi, da sempre regola aurea del M5S. ‘Il tema dei due mandati è uno dei tre principi che avevamo proposto nel V-Day, ancora prima della nascita del Movimento: due mandati e poi a casa, semplicemente per far partecipare i cittadini alla politica’,  conclude Davide Casaleggio.

‘I grillini  vanno cancellati dalla politica italiana, sono degli scappati di casa, hanno preso in giro milioni di italiani promettendo cose che non hanno fatto stando aggrappati alle poltrone in modo spregiudicato. Si sono aggrappati alle poltrone nel modo più spregiudicato del mondo, penso che l’unica cosa che vada fatta è annichilirli politicamente’. ha detto Carlo Calenda a Stasera Italia su Rete4.

Circa Redazione

Riprova

Super Green Pass, restrizioni ai No Vax con governo e Regioni sulla linea dura

Nel corso del Consiglio dei ministri che ha varato le norme sul Super green pass …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com