Cinque Terre e Spezzino in ripresa. In funzione il 90% delle strutture

Lo spezzino e le Cinque Terre, le zone colpite dall’alluvione dell’ottobre scorso stanno rimarginando le ferite subite. In occasione delle festività pasquali, riaprono il 90% delle strutture ricettive, ma le prenotazioni hanno subito un calo del 60%. “Ci ha penalizzato l’immagine dell’alluvione che ha fatto il giro del mondo, con una flessione pesantissima che per alcune strutture ricettive supera il 60% anche se la situazione nel giro di alcuni mesi è stata recuperata in grandissima parte”, sottolinea Damiano Pinelli, Presidente del Sistema Turistico Locale Terra e Riviera dei Poeti. “La stagione è ripartita e molti sentieri sono stati ripristinati – aggiunge – alcuni sono addirittura in condizioni migliori di prima dell’alluvione”. Nel 2011, prima dell’alluvione si era registrato un incremento degli arrivi del 18%, soprattutto grazie al mercato di lingua tedesca interessato al turismo attivo. Anche il Parco Nazionale delle Cinque terre lancia il messaggio i turisti possono tranquillamente tornare alle Cinque Terre, i servizi sono tornati alla normalità e solo a Vernazza, resta chiuso il 50% delle strutture ricettive, mentre a Monterosso, la seconda località duramente colpita dall’alluvione, hanno riaperto il 90% tra alberghi, bed & breakfast, ristoranti e bar. Dal primo di Aprile ritorna in funzione anche il servizio di navigazione del consorzio Marittimo Golfo dei Poeti. Tra le nuove nazionalità quest’anno ci sono i turchi, interessati trascorrere le vacanze nei borghi dichiarati dall’Unesco Patrimonio Mondiale.

 

Circa redazione

Riprova

Coronavirus, 12694 contagi, 251 decessi

La situazione della pandemia in Italia con i dati del Ministero della Salute. Oggi si …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com