Cina: trasporto aereo, dall’8 giugno voli internazionali aumenteranno del 50 per cento

I voli internazionali in entrata e in uscita dalla Cina aumenteranno del 50 per cento dopo l’entrata in vigore del nuovo piano operativo previsto per lunedi’ 8 giugno. Lo ha dichiarato l’Amministrazione dell’aviazione civile della Cina (Caac). Le restrizioni sui voli internazionali verranno allentate, consentendo a tutte le compagnie aeree straniere qualificate di riprendere i servizi in Cina. La Caac stima che il totale dei voli settimanali dopo l’entrata in vigore del nuovo piano ammonteranno a circa 150. Gli arrivi settimanali in aereo saranno in media di 33mila persone, con una media giornaliera di 4.700. La Caac ha affermato di prevedere che un massimo di 44 voli saranno aggiunti da 44 compagnie aeree da 23 paesi e regioni che mantengono collegamenti aerei con la Cina. Per 20 compagnie aeree di 16 paesi che riprenderanno i collegamenti aerei con la Cina dopo la nuova norma, l’aumento massimo settimanale sara’ di circa 20 voli. Questi 16 paesi includono Afghanistan, Kazakhstan, Qatar, Messico, Svizzera, Iran e Vietnam.

L’annuncio di Caac arriva dopo che Washington ha vietato alle compagnie aeree cinesi di volare negli Stati Uniti, citando le restrizioni che Pechino aveva imposto alle compagnie aeree del paese. In una dichiarazione, la Caac ha reso noto che i vettori stranieri qualificati attualmente esclusi dai voli operativi per la Cina continentale saranno ammessi per voli una volta alla settimana in una citta’ di loro scelta a partire dall’8 giugno. La dichiarazione si riferisce soltanto ai vettori stranieri, senza menzionare specificamente le compagnie aeree statunitensi. L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha vietato alle compagnie aeree cinesi di volare negli Usa a partire dal 16 giugno.

La cosiddetta politica “Five One” lanciata da Pechino alla fine di marzo consente ai vettori continentali di operare solo un volo a settimana su una rotta verso qualsiasi paese e alle compagnie aeree straniere di effettuare un solo volo a settimana verso una citta’ della Cina e di non superare la capacita’ di voli che avevano il 12 marzo. Tuttavia, poiche’ le compagnie aeree passeggeri statunitensi avevano sospeso tutti i voli entro quella data, non sono state in grado di riprendere i voli verso la Cina. La Caac ha affermato che tutte le compagnie aeree saranno autorizzate ad aumentare il numero di voli internazionali che coinvolgono la Cina fino a un massimo di due a settimana se nessun passeggero risulta positivo per la Covid-19 per tre settimane consecutive. Se al momento dell’arrivo a destinazione, cinque o piu’ passeggeri su un volo risultassero positivi per il coronavirus, la Caac escluderebbe la compagnia aerea dai servizi per una settimana. Le compagnie aeree sarebbero invece sospese per quattro settimane se dieci passeggeri o piu’ passeggeri risultassero positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com