Cina. Esplosioni in 2 fabbriche di fuochi d’artificio, 14 morti

L’esplosione avvenute in due fabbriche di fuochi d’artificio, ha portato alla mote di 14 persone ed al ferimento di altre 13. La prima si è verificata ieri in uno stabilimento di Yichun, in eastern Jiangxi province, con un bilancio di sette morti e un ferito, la seconda è avvenuta oggi a Dongtun, nella provincia di Henan, con sette morti e 12 feriti. Secondo l’agenzia Xinhua quest’ultima fabbrica operava illegalmente e la sua licenza era scaduta. I familiari del proprietario sono stati arrestati della polizia e le autorità locali hanno ordinato la chiusura di tutte le fabbriche di questo tipo nel distretto. Quella dei fuochi pirotecnici è un’industria fiorente in Cina, ma spesso soprattutto fra i piccoli produttori si opera in condizioni di scarsa sicurezza. Anche i prodotti di esportazione non rispettano gli standard internazionali. Lo scorso novembre nel porto olandese di Rotterdam sono stati sequestrati sette tonnellate di fuochi destinati all’Austria perché considerati pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com