Cina: coronavirus, sale a 490 il bilancio delle vittime, 24.324 i casi di infezione

E’ salito a 490 il bilancio ufficiale delle vittime dell’infezione da coronavirus in Cina. Sono invece 24.324 i casi di contagio confermati nel paese, mentre sono 892 i pazienti dimessi dagli ospedali. Nella giornata di oggi le autorita’ sanitarie cinesi hanno confermato 3.887 nuovi casi di infezione e 65 vittime in 31 regioni a livello provinciale. L’eta’ media dei pazienti deceduti a Wuhan, citta’ epicentro del’infezione, e’ di 68 anni, mentre l’eta’ media dei casi confermati e’ minore in altri luoghi. Secondo quanto riferito dai media cinesi, Wuhan intende realizzare altri otto ospedali in diversi distretti per curare i pazienti affetti da coronavirus con sintomi meno gravi. Nella giornata di ieri, martedi’ 4 febbraio, duemila medici e infermieri sono stati inviati nell’Hubei per aiutare il trattamento dei pazienti nell’epicentro dell’epidemia, secondo quanto riferito dal governo centrale.

Il personale medico destinato a Wuhan dovrebbe raggiungere diecimila unita’ in totale entro la giornata di oggi, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale cinese. Li Lanjuan, accademica presso l’Accademia cinese di ingegneria, e il suo team, hanno confermato due tipi di medicinali efficaci contro il nuovo coronavirus e hanno suggerito la loro inclusione nel Programma di diagnosi e trattamento della polmonite causata dal nuovo ceppo di coronavirus. Il ministero della Scienza e della Tecnologia cinese ha selezionato alcuni medicinali attualmente in esame e potenzialmente efficaci per contenere il nuovo coronavirus. Il ministero sta anche lavorando allo sviluppo di un nuovo vaccino. E’ stata annullata frattanto la China Import and Export Fair (Fiera di Canton). L’esposizione manterra’ la comunicazione con i dipartimenti competenti e rilascerà tempestivamente le informazioni sulla riapertura, quando disponibili.

Le autorita’ di Singapore hanno confermato ieri, 4 febbraio, i primi casi di trasmissione del nuovo coronavirus tra individui sul territorio della citta’-Stato. Quattro cittadini di Singapore che non hanno visitato la Cina di recente sono risultati positivi al virus, che in Cina ha gia’ causato la morte di oltre 420 persone. Uno dei soggetti ha fatto da guida turistica a una comitiva di turisti cinesi giunta dalla Cina il 22 gennaio scorso, e poi partita alla volta della Malesia quattro giorni piu’ tardi. La comitiva, giunta da Guangxi, presenta al momento due casi confermati di infezione da coronavirus. Ad oggi le autorita’ di Singapore hanno confermato 24 casi di infezione all’interno della Citta’-Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com