“Che un terremoto ci liberi dal Sud”: il post shock comparso su facebook

 “Fai del bene e dimenticati, fai del male e ricordatelo”. Il vecchio quanto sempre attuale adagio calza a pennello, e noi lo rispolveriamo per denunciare che in un momento di tristezza che dovrebbe accomunare noi tutti, indistintamente, ci sono delle persone,  per fortuna poche, che la solidarietà non sanno dov’è di casa. Veniamo brevemente al fatto. Il terremoto in Emilia Romagna ha sconvolto la società civile e non solo quella del nostro paese. Sono subito partite le  raccolte fondi a favore di tutti coloro che sono stati colpiti da questa immane tragedia. Ebbene e nel mentre in Calabria i giovani si sono dati da fare sia con il volontariato che con la raccolta di tutto ciò che può risultare utile, qualche buontempone su Facebook, ha bene inteso commentare la predisposizione dei ragazzi del sud Italia ed anziché lodarne la buona intenzione ha, con un cinismo misto ad una buona dose di vigliaccheria, “augurato” un terremoto senza eguali che potesse liberare la nostra nazione dagli abitanti del sud. Il post è stato prontamente rimosso.

 Vergognoso. Non abbiamo parole e stigmatizzando l’accaduto ci domandiamo sommessamente: non si può risalire agli autori e fargli capire, in maniera democratica, che quello che hanno scritto offende non solo chi abita al sud ma anche la brava gente dell’Emilia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com