Charlie Hebdo già esaurito, ed al Qaeda rivendica l’attacco

Il leader di Al Qaida nello Yemen ha rivendicato, in un video messaggio, l’attacco a Charlie Hebdo:  ‘L’attacco a Charlie Hebdo è stato sferrato su ordine del leader di Al Qaida Ayman Zawahri’. Il video di 11 minuti di Al Qaida minaccia nuove tragedie e terrore, ed appartiene ad uno dei leader di Al Qaida nello Yemen, Nasr al-Ansi, che rivendica l’attacco a Charlie. La Francia “appartiene al partito di Satana”,e la strage al giornale “ha vendicato il profeta”. Il ramo yemenita di Al Qaida aveva già rivendicato l’attacco a Charlie Hebdo in un video postato su Youtube il 9 gennaio in cui uno dei leader, Harith bin Ghazi al-Nadhari, aveva avvertito la Francia di smettere di attaccare l’Islam, i suoi simboli ed i musulmani o ci sarebbero nuove operazioni. Nel video di oggi al-Ansi dice che Al Qaida nello Yemen ha scelto l’obiettivo, ha studiato un piano, ed ha finanziato l’operazione”.  Il numero 1178 in edicola oggi di Charlie Hebdo è stato stampato in 5 milioni di copie per andare incontro all’enorme afflusso di richieste. Nelle prime ore di oggi sono state già esaurite tre milioni di copie. Lunghe file davanti alle principali edicole della città. La rivista è stata stampata eccezionalmente in cinque milioni di copie dopo l’attentato.   Condanna anche dell’Iran per la pubblicazione della vignetta su Maometto. I vignettisti di Charlie Hebdo hanno presentato a Parigi la prima pagina del nuovo numero, già destinato ad entrare nella storia e suscitare altre polemiche. Sulla copertina c’è l’immagine di Maometto che piange. “Il nostro Maometto è simpatico. E’ il mio personaggio, esiste nella mia matita, esiste quando lo disegno”, ha detto il vignettista Luz, autore della copertina con Maometto del primo numero di Charlie Hébdo in edicola dopo l’attacco della scorsa settimana. Ad un certo momento Luz è scoppiato in lacrime: “Ho disegnato un Maometto che piange, ho pianto anch’io”, ha aggiunto Luz. L’autorità egiziana che emette gli editti religiosi, fatwa, la “Dar el Iftaa” del Cairo, attacca la pubblicazione delle caricature di Maometto annunciata nel nuovo numero di Charlie Hebdo. E’ una provocazione non giustificabile dei sentimenti di 1,5 miliardi di musulmani nel mondo, ha sostenuto la “casa della fatwa” in un comunicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com