Champions League, nei quarti Juventus-Monaco

Sarà il Monaco l’avversario della Juventus nei quarti di finale di Champions League. Lo ha stabilito il sorteggio Uefa. L’andata si giocherà a Torino. Alle 13 verranno sorteggiate le sfide di Europa League (16 e 23 aprile).  Ecco l’esito dei sorteggi per la Champions League: Paris (FRA) v Barcelona (ESP); Atlético (ESP) v Real Madrid (ESP); Porto (POR) v  Bayern (GER); Juventus (ITA) Monaco (FRA).  Sorteggio totalmente libero e senza teste di serie in Champions, senza formazioni inglesi, ma con tre spagnole, due francesi, una tedesca ed una portoghese, oltre ovviamente alla Juve. In gara per i quarti Juventus, Real Madrid, Bayern Monaco, Barcellona, Paris Saint Germain, Monaco; Atletico Madrid e Porto. Il sorteggio sarà libero con un’eccezione ‘politica’. Non potranno affrontarsi club russi ed ucraini (Zenit San Pietroburgo da un lato, Dinamo Kiev e Dnipropetrovsk dall’altro), In gara per i quarti Napoli, Fiorentina, Siviglia, Wolfsburg, Bruges, Zenit, Dinamo Kiev e Dnipropetrovsk Tre gli spauracchi del torneo: Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco. Il Real non attraversa il miglior periodo di forma, ma la qualità ed il talento a disposizione di Carlo Ancelotti sono tali che i detentori della Coppa restano temibilissimi, in particolare in fase offensiva con Bale, Benzema e Ronaldo. Un trio al quale quello del Barcellona Messi, Suarez, Neymar, non ha nulla da invidiare. La formazione di Luis Enrique impressiona nuovamente, dopo un inizio di inverno un po’ traballante.I blaugrana si giocheranno con le merengue la leadership in Spagna domenica in occasione del ‘clasico’. Altra potente macchina di calcio spettacolo, il Bayern di Pep Guardiola (e Robben, Ribery, Lewandoski, Lahm) che stradomina il campionato tedesco. Appena un gradino piu’ sotto il Paris Saint-Germain. Al contrario delle ultime stagioni, i francesi non primeggiano in patria (il Lione li precede di due punti in Ligue 1) ma la qualificazione strappata a Stamford Bridge contro il Chelsea nonostante l’espulsione di Ibrahimovic alla mezz’ora la dice lunga sulle qualità di Cavani, Lavezzi, Verratti, Thiago Silva, David Luiz e compagnia. La formazione di Laurent Blanc pare aver effettuato un salto di qualità, specialmente dal punto di vista psicologico, in Europa. L’Atletico Madrid – cha la Juve ha già affrontato nella fase a gironi – sfoggia sempre un gran furore agonistico. Ma rispetto alla scorsa stagione, che la vide arrivare in finale, le partenze del portiere Courtois e della punta Diego Costa pesano eccome. Ecco spiegate le grosse difficoltà per superare negli ottavi il Bayer Leverkusen. Il Porto, secondo del campionato portoghese, e’ formazione molto ben organizzata e di squisita qualità tecnica anche se un po’ povera di fuoriclasse. Attenzione comunque al bomber colombiano Jackson Martinez. L’accoppiamento migliore per la Juve sarebbe senza ombra di dubbio quello col Monaco. Certo, il club del principato ha eliminato l’Arsenal negli ottavi, ma gli inglesi, nelle due gare, si sono creati un numero nettamente superiore di occasioni. Rispetto alla scorsa stagione, la proprietà russa ha lasciato partire Falcao e James Rodriguez. Non a caso, il successore di Claudio Ranieri, il portoghese Leonard Jardim ha compensato lavorando tanto sulla difesa, la piu’ ermetica di Francia. Ma la qualità complessiva non e’ paragonabile con quella dei torinesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com