Champions League. Milan-Atletico Madrid 1-2: partita condizionata da errori dell’arbitro

Champions League amara per il Milan che nella seconda giornata del gruppo B è battuto in casa dall’Atletico Madrid. Un risultato su cui ha pesantemente inciso l’arbitro con due decisioni ingiuste che hanno condannato i rossoneri ad una sconfitta che sa di beffa: l’espulsione di Kessie al 29’, per doppia ammonizione, ed il rigore, trasformato da Saurez, in pieno recupero per un fallo di mano di mano di Kalulu su Lemar.

Per come ha giocato il Milan non meritava assolutamente di perdere perché ha dominato la partita: i rossoneri vanno in vantaggio al 20’ con un diagonale di Leao e diventano ancora di più padroni del campo. Ma ecco che al 29′ dall’espulsione di Kessie per doppia ammonizione cambia volto alla partite. Sotto di un uomo il Diavolo soffre ma riesce a tenere l’assedio dell’Atletico fino al gol di Griezmann, all’84′, e poi al dubbio rigore firmato da Suarez al 97′.

Circa redazione

Riprova

Fifa. Infantino: Mondiali di calcio 2030 al duo Israele-Emirati

Sport in soccorso della politica per portare la pace in una delle regioni più martoriate …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com