Champions League. Inter sconfitta amara contro il Real. Il Liverpool troppo forte per il Milan

Inizio amaro per Inter e Milan in Champions League. Le due milanesi nella prima partita della competizione regina del calcio europeo per club perdono contro Real Madrid e Liverpool. Tra le due italiane è sicuramente l’Inter a dover recriminare di più. I nerazzurri giocano una buona partita con i blancos di Ancelotti ma sono vengono gelato a meno di due minuti dal 90’ da una rete di  gol di Rodrygo. Il primo tempo è quasi tutto di marca interista: il Real soffre il palleggio della squadra di Inzaghi e schiacciato per lunghissimi minuti nella propria metà campo cerca di giocare solo di rimessa ma senza impensierire i padroni di casa. Ed è proprio l’Inter a sfiorare in almeno due occasioni il gol del vantaggio con Lautaro Martinez e Dzeko. Ma la palla non entra. La ripresa inizia con la squadra di Ancelotti che inizia a giocare un calcio più reattivo anche se non riesce ad impensierire più di tanto il portiere dell’Inter. E sono sempre i nerazzurri ad andare vicini al gol del vantaggio ma il portiere del Real compie due autentici miracoli. Gli ultimi venti minuti di gioco, nonostante qualche azione di rimessa dell’Inter, sono in mano all’undici di Ancelotti che approfitta anche della stanchezza dell’Inter. Il gol in questi casi può arrivare solo in seguito ad un calo di concentrazione ed arriva puntuale. Mancano due minuti al 90’ ed ecco che Valverde lancia in area Camavinga, sponda del francese per Rodrygo che al volo non perdona Handanovic. Il gelo cala su San Siro anche perché l’Inter ha avuto più occasioni rispetto al Real per poter conquistare i tre punti: la sconfitta è una punizione troppo pesante per Inzaghi.

Discorso diverso per il Milan che vola in Inghilterra per giocare contro il temibile Liverpool. Alla fine gli uomini di Pioli devono arrendersi ad una squadra tecnicamente e tatticamente più forte dei rossoneri. Finisce 3-2 per i padroni di casa in una partita ricca di emozioni. I primi 45’ minuti sono quasi un monologo dei Red. Il Liverpool domina in lungo e in largo ma è il Milan a chiudere il primo tempo in vantaggio. Rebic e Brahim Diaz, con gli unici tiri in porta da parte dei rossoneri, in un minuto ribaltano l’iniziale vantaggio dei Reds arrivato con un autogol di Tomori. Liverpool che sull’1-0 sbaglia un calcio di rigore con Salah la cui conclusione viene respinta da Maignan: il portiere francese è bravo anche nel deviare in angolo il tap-in di Diogo Jota. La ripresa inizia con i padroni di casa ad attaccare a testa bassa per agguantare subito il pareggio che arriva puntale al 49’ con un gol di Salah. Il Liverpool aumenta ancora il ritmo in cerca del gol del pareggio che arriva al 69’ grazie ad un ad un destro violento di Jordan Henderson dal limite dell’area, una conclusione di controbalzo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Milan cera di reagire ma i Reds controllano facilmente la partita fino al fischio finale. Per le due milanesi un inizio amaro, perdere non fa mai bene ma il cammino in questa Champions è iniziato solo oggi e tutto può succedere.

Circa redazione

Riprova

Fifa. Infantino: Mondiali di calcio 2030 al duo Israele-Emirati

Sport in soccorso della politica per portare la pace in una delle regioni più martoriate …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com