Champions: Juve e PSG ai quarti

Quando si dice il massimo risultato con il minimo sforzo. La qualificazione della Juventus ne è l’esempio pratico. Come da pronostici, nessun problema per i bianconeri ad archiviare definitivamente la qualificazione ai quarti di Champions League. Dopo il secco 3-0 dell’andata, nonostante il ricco turn over, la Juventus ha rifilato altri due gol, uno al primo tempo che porta la firma di Matri, e Quagliarella nella ripresa. Nella prima frazione di gioco il Celtic, un pò a sorpresa, e fa imprime il ritmo alla partita. I padroni di casa però non hanno tanti problemi nelle ripartenze. Merito anche di un Barzagli, che per l’occasione è stato schierato come centrale sinistro, ruba tante palle importanti come quella che fa scattare la ripartenza di Quagliarella che butta in area un sinistro incrociato respinto da Forster. L’estremo difensore scozzese respinge corto e troppo centrale, favorendo l’inserimento di Matri che di sinistro insacca a porta sguarnita. L’ex Cagliari era andato a segno anche a Celtic Park. Nella seconda frazione di gioco le cose non cambiano radicalmente con la Juventus che continua a gestire senza troppa fatica, almeno fin quando non arriva il raddoppio che spegne completamente ogni barlume di speranza degli ospiti. L’azione parte grazie ad una palla verticale di Pirlo per il tagli verticale di Vidal, che serve Quagliarella a porta vuota sull’uscita di Forster. Due a zero e discorso chiuso. L’altro match della serata ha visto il PSG archiviare la qualificazione, nonostante il pareggio casalingo, 1-1, con il Valencia. Vanno a segno Jonas, al 56’ per gli spagnoli, e Lavezzi per i padroni di casa, 11 minuti dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com