Cerignola. Extracomunitario muore mentre lavora nei campi

Aveva trovato lavoro nei campi della provincia di Foggia per riuscire a sopravvivere. Ma il caso ha voluto che proprio mentre stava lavorando ha perso la vita. Inutili i soccorsi e la folle corsa in ospedale. Per Ahmed El Mardi, un immigrato clandestino di nazionalità marocchina, non c’è stato nulla da fare è morto per un malore mentre lavorava in un podere a 15 chilometri da Cerignola, in provincia di Foggia. Il proprietario del terreno, che si trova a Borgo Tressanti, R.P., 61 anni, di Cerignola, è stato denunciato per sfruttamento del lavoro clandestino. A stroncarlo è stato probabilmente il forte caldo. Secondo quanto accertato da agenti del Commissariato di Polizia di Cerignola l’uomo aveva lavorato insieme a un cittadino italiano. Essendo arrivato un temporale nella zona, mentre l’italiano ha trovato riparo in una abitazione vicina, El Mardi è corso verso il proprio motorino parcheggiato ma prima di salire sul veicolo si è accasciato al suolo sofferente. Il collega e il proprietario del fondo agricolo hanno chiesto l’intervento dell’autoambulanza e poco dopo, seguendo le indicazioni dei sanitari del 118, hanno caricato a bordo della loro automobile il bracciante. Sulla strada, pochi chilometri dopo, hanno incrociato il mezzo di soccorso sul quale è stato caricato il paziente ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. L’uomo e’ stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Cerignola. Il decesso e’ avvenuto per cause naturali. Ahmed El Mardi era privo di permesso di soggiorno. I poliziotti hanno accertato che la prestazione d’opera non era saltuaria ma era fornita in modo continuativo e già da tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com