Caso Huawei, gli Usa formalizzano le accuse contro il colosso di Pechino

Prosegue il contrasto tra l’America e il colosso delle telefonia Huawei, con gli Stati Uniti che hanno deciso di formalizzare le accuse di furto di segreti commerciali. Anche di fronte al nuovo importante passo in avanti fatto dagli statunitensi, Pechino respinge al mittente tutte le accuse.

Stando alle accuse avanzate dagli Stati Uniti, Meng Whanzou, Ceo di Hauwei, avrebbe ostacolato le indagini degli americani mentendo sul trasferimento di milioni di dollari verso Teheran. La figlia del fondatore della Huawei, così come la società, avrebbero dichiarato il falso alle autorità bancarie. La donna sarebbe stata coperta dai vertici della società di famiglia che avrebbero così volontariamente e deliberatamente ostacolato le indagini in corso. Oltre al caso legato ai rapporti con Teheran, Huawei è accusata anche di aver rubato segreti commerciali.

La Huawei continua a negare ogni ogni coinvolgimento affermando di non essere a conoscenza delle presunte violazioni commesse da Wanzhou. Da Pechino arriva anche la domandadi ritirare la richiesta di arresto nei confronti della Whanzou, in Canada dopo l’arresto avvenuto nel mese di dicembre. La mossa degli statunitensi complica il rapporto tra Usa e Cina infiammando il confronto tra le parti che avrà luogo il 30 e il 31 gennaio.

Continua su: https://newsmondo.it/caso-huawei-usa-formalizzano-le-accuse/tech/?utm_source=newsmondo&utm_medium=push&utm_campaign=OneSignal&refresh_ce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com