Caso Antonio Di Maio, in Procura il fascicolo sul padre di Luigi

Dopo il sopralluogo nel terreno di proprietà di Antonio Di Maio, la Polizia Municipale ha depositato in Procura un fascicolo sui presunti illeciti commessi dal padre del vicepremier Luigi Di Maio.

 Gli incartamenti saranno analizzati dalla Procura di Nola che dovrà fare luce su alcuni presunti abusi edilizi. Si parla di quattro edifici utilizzati come depositi costruiti su un terreno di proprietà di Antonio Di Maio. Sul terreno in questione sarebbero stati trovati anche dei rifiuti ma, come specificato dagli inquirenti, si tratterebbe di materiale edile. Nessuna discarica a cielo aperto dunque, come invece hanno ipotizzato alcuni organi di stampa.

 La vicenda intorno ad Antonio Di Maio, aperta dopo un’inchiesta giornalistica de ‘Le Iene’, ha scatenato una bufera mediatica anche intorno al vicepremier Luigi Di Maio, attaccato soprattutto dagli avversari politici. Il Movimento Cinque Stelle ha deciso di esporsi pubblicamente con un messaggio pubblicato sul proprio blog: ‘La delegittimazione del MoVimento 5 Stelle da parte del quarto potere colpisce a tutti i livelli. Colpisce i nostri sindaci, colpisce i nostri parlamentari. Colpiscono anche Luigi Di Maio in questi giorni, essendo immacolato usano i parenti sbattendo in prima pagina suo padre per storie di 10 anni fa. E attenzione non è che Luigi sia sotto accusa per aver aiutato il babbo mentre era ministro, come è stato per Renzi e Boschi ma per un vincolo di sangue’.

 Parole di sostegno sono arrivate anche dal presidente della Camera Roberto Fico: ‘solidarietà a Luigi Di Maio che in questo momento sta subendo un fango incredibile. Quando leggo articoli di stampa o ascolto una trasmissione non c’è mai niente che faccia riferimento a una colpa di Luigi, niente che faccia riferimento a una sua colpa né passata né nelle sue vesti di ministro. Questo non è modo di fare, non è più politica, sono attacchi personali ingiustificati, che nella nostra società fanno solo male, non hanno senso’. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com