‘Carta straccia’, Pino Strabioli e Sabrina Knaflitz all’OFF/OFF Theatre di Roma

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, da Loredana Margheriti il seguente articolo:

 

Nella Roma del ’68, in piena protesta studentesca, i due fratelli Agostino (Pino Strabioli) e Teresa (Sabrina Knaflitz) vivono una realtà ovattata nella loro dimensione familiare che pur se strampalata ha un suo equilibrio. Si ritrovano, grazie al nipote Remo (Barnaba Bonafaccia), catapultati nell’atmosfera rivoluzionaria di quel periodo, con conseguenze comiche e non solo.

La vicenda si svolge nell’anacronistico laboratorio di carta artigianale che i due fratelli hanno ereditato dal padre e che gestiscono con non poche difficoltà a causa delle quali sono in procinto di trasferirsi in un piccolo paese di provincia. L’arrivo di Remo, personaggio di palazzeschiana memoria, ridesta il racconto e come le sorelle Materassi anche i protagonisti subiscono il fascino della giovane e prestante bellezza dell’omonimo nipote che fa ritrovare ai due l’entusiasmo per la vita e la voglia di divertirsi che sembravano perduti.

Pino Strabioli personaggio iconico, una maschera ironica e riflessiva allo stesso tempo, molto conosciuto dal pubblico nelle vesti di conduttore e giornalista di costume, lo si ritrova sulle tavole del palcoscenico pienamente adatto al ruolo. La sua è una carriera divisa tra teatro e televisione. La collaborazione con Gelardi dopo “L’abito della sposa” del 2014 continua a risultare felice, nella sua interpretazione ricorda a tratti Elio Pandolfi, per il garbo e l’eleganza nelle risoluzioni più sagaci.

Sabrina Knaflitz, attrice di teatro e di prosa televisiva, che esordisce giovanissima al cinema nel 1988 con I picari di Mario Monicelli, ha un ruolo brillante e i suoi scambi di battute con gli altri due personaggi funzionano alla perfezione, divertentissima la sua aria trasognante.

Barnaba Bonafaccia nel ruolo di Remo è una piacevole visione, il suo corpo tornito genera momenti irrefrenabilmente ilari che ben preparano al colpo di scena finale.

”Roma è Roma, prima ti culla e poi ti butta giù dal letto”, così Teresa rivolgendosi al nipote ben riassume il senso emotivo dello svolgimento della trama.

Prodotto da Alt Academy con le musiche di Carlo Vannini, le scene di Paolo Iammarone, i costumi di Antonella Balsamo, il coordinamento di Martina Sarpero, Carta Straccia sarà in scena fino al 9 dicembre all’OFF/OFF theatre di Roma in via Giulia 19.

Loredana Margheriti

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com