Carta Acquisti per fare acquisti nei negozi alimentari, farmacie e pagare le bollette

Carta Acquisti, il ministero dell’Economia ha aggiornato i requisiti relativi all’Isee per chiedere la card per fare acquisti nei negozi alimentari, farmacie e pagare le bollette

Sono stati aggiornati i requisiti relativi all’Isee necessario per richiedere la Carta Acquisti, la carta di pagamento elettronica, prepagata, ricaricabile e gratuita del valore di 40 euro mensili riservata ai cittadini che si trovano in condizioni di disagio economico.

La card può essere usata per fare acquisti presso supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie aderenti, per pagare le utenze per energia elettrica e gas, e usufruire di sconti presso punti vendita convenzionati.

Indice

Carta Acquisti, cos’è

Carta Acquisti, quanto vale

Carta Acquisti, chi può richiederla

Carta Acquisti, come può essere utilizzata

Carta Acquisti, gli sconti nei negozi convenzionati

Carta Acquisti, come fare domanda

Come funziona il servizio ProntoSpesa

Carta Acquisti, cos’è

La Carta Acquisti è completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica e, una volta ottenuta, viene periodicamente ricaricata dallo Stato senza ulteriori formalità o richieste. In breve:

è un supporto per effettuare i propri acquisti nei negozi alimentari, nelle farmacie e nelle parafarmacie abilitate al circuito Mastercard e per il pagamento delle bollette elettriche e di fornitura gas;

è completamente gratuita;

funziona come una normale carta di pagamento elettronica;

viene periodicamente ricaricata dallo Stato.

Carta Acquisti, quanto vale

Bimestralmente sulla carta vengono accreditati 80 euro (40 al mese) utilizzabili per la spesa alimentare negli esercizi convenzionati e per il pagamento delle bollette di gas e luce presso gli uffici postali. Gli enti territoriali possono deliberare l’accredito sulla carta di ulteriori somme e alcune aziende possono prevedere sconti particolari sulla fornitura di beni di pubblica utilità una somma di denaro che può essere utilizzata per la spesa alimentare negli esercizi convenzionati e per il pagamento delle bollette di gas e luce presso gli uffici postali, ma non può essere usata per prelevare denaro.

Carta Acquisti, chi può richiederla

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età inferiore ai tre anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti:

essere di età non inferiore a 65 anni;

essere in possesso della cittadinanza italiana; ovvero della cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea; ovvero familiare di cittadino italiano, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero familiare di cittadino comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; ovvero rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;

essere cittadino regolarmente iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);

avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai relativi redditi propri, sono di importo inferiore a 7.120,39 € all’anno o di importo inferiore a 9.493,86 € all’anno, se di età pari o superiore a 70 anni;

avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità, inferiore a 7.120,39 €;

non devono essere, da soli o con il coniuge/genitore, intestatari di più di un’utenza elettrica domestica e non domestica, di più due utenze del gas e di più di due autoveicoli;

non devono essere proprietari, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo; con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo; titolari di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 euro.

Carta Acquisti, come può essere utilizzata

La Carta Acquisti è disponibile per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008) ed è utilizzabile nei negozi alimentari, nelle farmacie e nelle parafarmacie abilitati al circuito Mastercard per effettuare i propri acquisti e presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas. Gli esercizi commerciali che espongono il marchio del Carrello offriranno, inoltre, sconti aggiuntivi alle normali promozioni.

Sarà inoltre possibile accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

Carta Acquisti, gli sconti nei negozi convenzionati

I titolari di Carta acquisti possono avere uno sconto del 5% nei negozi e nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa. Lo sconto non è applicabile all’acquisto di specialità medicinali o per il pagamento di ticket sanitari.

Gli acquisti con la Carta, presso le farmacie convenzionate e attrezzate, danno anche il diritto alla misurazione gratuita della pressione arteriosa e del peso corporeo.

Carta Acquisti, come fare domanda

Per ricevere la Carta Acquisti il genitore oppure il 65enne deve presentare in forma cartacea una domanda presso Poste Italiane, allegando il documento di identità non scaduto ed il modello Isee in corso di validità.

Se la domanda ha esito positivo, il titolare viene chiamato a ritirarla in un ufficio postale. La carta avrà già caricato il primo importo bimestrale. In caso di smarrimento, disattivazione, danneggiamento o furto della carta, il titolare potrà chiederne il blocco immediato telefonando, 24 ore su 24, al numero verde 800 902 122

Come funziona il servizio ProntoSpesa

Vi segnaliamo due servizi, appena lanciati, molto utili: 1240 ProntoSpesa e 892424 ProntoSpesa, che consentono di effettuare la spesa con una semplice chiamata all’892424 e al 1240. Risponderà un assistente personale, 24 ore su 24.

Per chi è pensato il servizio?

Per chi non accede a internet e ai servizi digitali, per chi ha poco tempo a disposizione, per chi ha altre priorità ma non vuole rinunciare alla comodità e alle offerte riservate ai clienti online.

Come funziona ProntoSpesa

Chiamando i due numeri dedicati, è possibile dettare l’elenco della spesa direttamente all’operatore che risponderà alla chiamata e che aiuterà il cliente ad effettuare l’acquisto sui principali portali della grande distribuzione. Al termine della chiamata, il cliente avrà conferma dell’ordine via sms e via email e riceverà la spesa comodamente a casa sua. Il tutto con una semplice chiamata.

Per fruire del servizio servono solo una carta credito e un indirizzo email.

Trovate tutte le info sul sito https://www.892424.it/ e su https://www.1240.it/

Circa Piera Toppi

Riprova

Via libera a nuovi contributi a fondo perduto per le imprese: i requisiti

Via libera a nuovi contributi a fondo perduto per le imprese danneggiate economicamente dalla guerra …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com