Carovana migranti, nasce la prima bimba durante la marcia

Una bimba è nata in Messico nella carovana di migranti che è diretta verso gli Stati Uniti. Una donna guatemalteca che partecipa alla marcia di migliaia di centroamericani ha partorito nel sud del Paese, dando alla luce “la prima bambina” nata nella carovana. Ad annunciarlo la Commissione nazionale dei diritti dell’uomo (Cndh), che non ha però precisato la data dei fatti. La donna ha partorito in un centro medico della città di Juchitan, nello Stato meridionale di Oaxaca, dove la carovana si era fermata per la notte. La bimba è in buone condizioni di salute e la madre è in condizioni “stabili”. Il Cndh chiede alle autorità di assicurarsi che le donne incinte possano beneficiare di servizi medici adeguati, nonché di acqua potabile e un’alimentazione sufficiente. Secondo le stime dell’Onu, sono circa 7mila i migranti, perlopiù originari dell’Honduras, che si muovono in questa carovana verso gli Usa, ma secondo i coordinatori adesso il numero si è ridotto a 4mila. Una migrante honduregna che partecipa alla marcia, Marisol Hernandez, che è incinta, ha detto ad AFP che secondo dei medici volontari ci sono una quarantina di donne incinte nella carovana.

Partita il 13 ottobre dall’Honduras, questa prima carovana dovrebbe lasciare Juchitan giovedì per Santa María Jalapa del Marqués, sempre nello Stato di Oaxaca. La maggior parte effettuerà questo percorso di circa 40 chilometri a piedi. Una seconda carovana di migranti centroamericani, perlopiù di El Salvador, è entrata invece in MEssico lunedì, sempre per dirigersi verso gli Stati Uniti, e avanza adesso nello Stato messicano del Chiapas. Mercoledì il presidente Usa, Donald Trump, ha annunciato che potrebbe dispiegare fino a 15mila soldati alla frontiera con il Messico per impedire l’ingresso dei migranti in territorio americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com