Carceri, Antigone: “Suicidi in aumento, 11,4 ogni 10 mila detenuti nel 2018”

Dalle visite effettuate nelle carceri italiane dall’associazione Antigone è emerso che il 28,7% del totale dei detenuti assumono terapia psichiatrica sotto prescrizione medica. Nel 2018 si è inoltre registrato un aumento importante del numero dei suicidi. Stando al dato raccolto da Ristretti Orizzonti, sono stati 67, un tasso di 11,4 suicidi ogni 10 mila detenuti. 31 morti, per cause naturali o per suicidi, in carcere dall’inizio del 2019. Nel 2008 i suicidi erano stati circa venti di meno, con un numero totale di detenuti più o meno paragonabile. In alcune carceri ci si ammazza troppo. Quattro suicidi a Taranto negli ultimi dodici mesi. Quattro morti, di cui tre suicidi e uno assassinato, nel carcere di Viterbo da gennaio 2018.

In carcere ci si uccide quasi 18 volte di più che in libertà. Dal 2015 sono in costante aumento con un tasso di crescita leggermente superiore a quello delle presenze all’interno degli istituti, anche altri eventi critici: gli atti di autolesionismo nel 2018 sono stati 10.368, quasi mille in più dell’anno precedente e circa 3.500 in più del 2015, quando erano stati 6.986; i tentati suicidi sono stati 1.197 lo scorso anno, 1.132 due anni fa, 955 nel 2015. Vi è dunque una correlazione con un ridotto benessere penitenziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com