Maltempo. Muore camionista, era bloccato nel suo tir. Cancellieri: “Basta chiacchiere, bisogna agire in modo serio”

Il maltempo miete un’altra vittima. Questa volta preda del freddo gelido, è stato un camionista, trovato privo di vita ì all’interno del suo mezzo, in Abruzzo, lungo la strada statale 690 Avezzano-Sora, meglio conosciuta come superstrada del Liri. Il Tir era incolonnato in direzione Sora. La vittima sarebbe di Bologna.

Cancellieri:”Niente più chiacchiericcio”- “Non usa mezzi termini la Cancellieri. Intervistata da Il Messaggero, in merito allo scontro verbale, tra il sindaco di Roma Gianni Alemanno e la Protezione civile, il Ministro dell’ Interno ha dichiarato: “La gestione del maltempo non ci fa fare di certo una bella figura. Soprattutto, ciò che rovina l’immagine del nostro Paese, in questa situazione d’emergenza molto vasta, complessa e che ha messo in difficoltà le strutture portanti della nazione, è il chiacchiericcio, gli scontri pubblici, le diatribe personali. Le istituzioni devono fare le istituzioni”. Il ministro sottolinea inoltre, che “occorre affrontare in maniera seria i problemi, e quelli che abbiamo di fronte sono problemi profondi che riguardano l’uso e la manutenzione del territorio. Sarebbe bello che non ci fosse dietro la politica, quando si affrontano emergenze come quelle di questi giorni. Ma anche stavolta, purtroppo c’è la tendenza a buttarla in politica. Un modo per evitare di affrontare le questioni reali. Siamo il Paese della continua ricerca del capro espiatorio”.

Sulla polemica tra Alemanno e il capo della Protezione civile, il prefetto Gabrielli, la Cancellieri preferisce non commentare, ma sottolinea che “i piani neve sono pane quotidiano in altre città, qui no”. Quanto a Alemanno, “Io non condanno e non assolvo nessuno, anche perché non ho titolo per fare né una cosa né l’altra”. Però a Roma, aggiunge il ministro, “l’assenza di taxi e di autobus, nei giorni scorsi, è un fatto gravissimo. I mezzi pubblici devono essere provvisti di catene”.

Alemanno al Corriere della Sera: “Allerta inadeguata”- Il sindaco di Roma, invece ha continuato a sostenere le sue ragioni, in merito alla diatriba con Gabrielli, in un’intervista rilasciata al Corriere della sera. “Gli enti locali non hanno responsabilità, perché – afferma Alemanno – l’allerta di base era inadeguata. Mi prendo le mie responsabilità, ma i Comuni come dice anche l’Anci non possono essere lasciati soli”.

Alemanno poi tiene a sottolineare: “La comunicazione della Protezione civile era tutt’altro che chiara e ci ha messo fuori strada. Su Roma, si parlava per la giornata di venerdì di pioggia mista a neve, e di accumuli nevosi solo dalla serata. Infatti fino a venerdì mattina, temevo di aver dato un allarme eccessivo sospendendo le lezioni a scuola”. Poi aggiunge: “Il mio facciamo da soli era tarato sul basso grado di emergenza comunicato da loro. Altrimenti avremmo agito diversamente, dotando ad esempio i bus di catene e obbligando fin da subito gli automobilisti ad usarle”.

Sull’ordinanza riguardante le scuole, Alemanno precisa: “Quell’ordinanza è figlia delle previsioni meteo. Non solo io sono stato tratto in inganno: il prefetto non ha chiuso gli uffici pubblici e l’Anas, sul Grande raccordo anulare, ha predisposto un controllo normale. Tutta Italia è stata depistata, compreso il presidente della Provincia Zingaretti e la governatrice Polverini”.

Allerta meteo. Ancora neve e gelo nei prossimi giorni-  Intanto il gelo continua a devastare l’ Italia.  I forti disagi, e le 10 vittime registrate negli ultimi giorni, destano forti preoccupazioni, che non si attenuano, soprattutto in base al meteo previsto per i prossimi giorni. Neve anche in pianura su Emilia Romagna, Abruzzo e Molise e dalla tarda mattinata su Marche e Campania, con accumuli da deboli a localmente moderati. Le temperature tendono ad abbassarsi e sulle strade il nuovo pericolo è il ghiaccio. Ingenti i danni all’agricoltura, secondo la Coldiretti, le forniture di verdure e degli altri prodotti deperibili hanno subito un taglio di almeno il 30% nelle regioni interessate dal maltempo con le consegne che procedono a macchia di leopardo sul territorio nazionale e con danni stimabili per 100 milioni di euro.

Circa redazione

Riprova

Keir Starmer: da avvocato di Berlusconi a premier britannico che sposta i Labour a destra

‘Un riformista moderato, che ha riposizionato i laburisti nell’area centrista dopo la stagione per loro …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com