Campania, rimborsi illeciti: 53 consiglieri regionali indagati

La Regione Campania ancora una volta nel mirino della giustizia. La Procura di Napoli ha emesso inviti a comparire per 53 consiglieri ed ex consiglieri regionali della Campania. Nei provvedimenti, in corso di notifica da parte del Nucleo di polizia tributaria delle Fiamme Gialle nella sede dell’Assemblea, si ipotizza il reato di peculato.Nell’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dal pm Giancarlo Novelli, si ipotizza il reato di peculato su un totale di 2,5 milioni di euro. Nel mirino degli investigatori ci sono i fondi erogati, tra il 2010 e il 2012, per le spese legate ad attività istituzionali, sotto la voce “funzionamento dei gruppi”. Secondo gli inquirenti, i consiglieri indagati avrebbero percepito le somme senza utilizzarle per il loro scopo. Gli inviti a comparire, notificati oggi dalla Finanza, sono – fanno sapere dalla Procura – un atto necessario al prosieguo delle indagini e varrà ad approfondire le singole posizioni e raccogliere chiarimenti per valutare se sussistano o meno singole responsabilità.

In particolare, gli investigatori sospettano che i consiglieri dell’Idv avrebbero percepito irregolarmente il 95% dei rimborsi, il Nuovo Psi il 91%, il Pdl l’89%, il Pd l’82%, l’Udc il 65%.

Tra gli indagati, stando a quanto si è appreso, non figura l’attuale presidente della Regione Stefano Caldoro, che dagli accertamenti risulta non aver preso alcuna somma dei fondi destinati ai gruppi consiliari, e non figurano i consiglieri che si dimisero dalla carica senza prendere rimborsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com