Calcio: svedesi aggrediti da ultrà napoletani

 

Alla vigilia del match di Europa League tra Napoli e Aik Solna tredici svedesi, ma tifosi del napoli, che avevano organizzato una trasferta nel capoluogo partenopeo sono stati aggrediti con mazze da baseball e coltelli all’esterno di una pizzeria, in via De Pretis, da diversi ultrà napoletani, almeno secondo quanto riferito alla polizia dalle vittime. Durante l’aggressione, sono rimasti feriti il titolare della pizzeria che è intervenuto in difesa degli svedesi, un 41enne che aveva organizzato la trasferta e che è a capo del club, ed un altro svedese di 23 anni. I tre feriti sono stati colpiti con coltelli e in maniera non grave, al gluteo e alle gambe. “Gli aggressori sono improvvisamente entrati con volto coperto e mazze da baseball. Sono stato accoltellato dietro la schiena due volte per difendere i supporter svedesi. Anche un napoletano che vive a Stoccolma ci è andato di mezzo, più un cameriere. Guarirò in dieci giorni, dispiace che l’immagine di Napoli debba essere sporcata così”. Le parole, queste, di Pasquale Lettiero, proprietario del locale dove è avvenuta l’aggressione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com