Bye Bye Europa. Il Verona raggiunto al 91′ dall’Udinese

Il Verona si butta via e butta via anche le ultime speranze europee. In vantaggio per 2 a 0, l’Hellas si fa recuperare da un Udinese tutto cuore che acciuffa il pari in pieno recupero con Badu dopo la magia di Di Natale. È il solito Toni asbloccare la partita dal dischetto. Slalom speciale di Agostini che ne supera tre e viene atterrato da Allan che non frena la sua irruenza e manda Toni dal dischetto che non sbaglia e al 14′ sigla il suo ventesimo gol stagionale. L’Udinese ci prova, attacca ma i tentativi friulani sono sventati dai difensori scaligeri o dal sempre attento Rafael ma l’occasione più ghiotta è per l’Hellas che al 38′  riparte veloce con Hallfredsson che pesca Toni da solo in area. Il bomber veronese batte Scuffet ma la gioia del ventunesimo gol viene stoppata sulla linea da Danilo, quindi Pillud raccoglie il pallone vagante e scarica un sinistro violentissimo che sfiora il palo. Al 50′ l’Udinese sfiora il pari con Heurtaux che, come suo solito, sbuca nel cuore dell’area ma stavolta colpisce male e il pallone si perde sul fondo. Ed un altro errore condanna l’Udinese, questa volta lo commette l’infallibile Simone Scuffet che sbaglia intervento e al 54′ regala il 2 a 0 ad Hallfredsson. L’assist lo confeziona Juanito Gomez, chiamato a sostituire lo squalificato Iturbe, che dal fondo pesca l’accorrente Hallfredsson sul secondo palo. Il centrocampista islandese da posizione defilata calcia e Scuffet si fa beffare sul primo palo mandando il pallone in rete. Palla al centro e l’Udinese trova subito il gol col solito Di Natale. Gol spettacolare per il capitano friulano che raccoglie il cross di Pereyra, stoppa di ginocchio, si gira e manda il pallone sotto la traversa e alle spalle di Rafael. La partita esplode e al 60′ Cacciatore di testa sfiora il gol ma l’Udinese si salva con Allan sulla linea, con Scuffet battuto, e tre minuti dopo i rimpianti sono bianconeri con Rafael decisivo nell’opporsi ad Heurtaux in proiezione offensiva. E sempre il difensore francese al 70′ si rende protagonista di una serpentina in area gialloblu ma la sua conclusione da buona posizione non impensierisce Rafael. L’Udinese ci crede e attacca, passano sessanta secondi e Moras rischia sì l’autogol ma il suo intervento è decisivo per evitare il tap in del 2 a 2 a Di Natale. Sempre il captano bianconero va a centimetri dal gol. È l’83esimo quando di testa il bomber friulano sfiora il palo alla sinistra di un impietrito Rafael. Il pareggio beffa arriva però in pieno recupero con Badu entrato da cinque minuti che trova l’angolo vincente. Il Verona dice addio ai sogni europei ma il pubblico del Bentegodi applaude i ragazzi di Mandorlini autori di una stagione incredibile.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com