Brusaferro: “Vaccinare oltre metà popolazione, poi più libertà”

Per allentare ancora le misure “occorre mantenere l’Rt sotto 1, avvicinarsi alla soglia dei 50 casi settimanali ogni 100 mila abitanti (ndr: ora è a 157), ridurre ancora la pressione sui servizi sanitari e aver vaccinato più di metà popolazione”. Così, intervistato da La Stampa, Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss e portavoce del Cts. Il green pass, dice, “è sicuramente uno strumento importantissimo per acquisire un grado di maggiore libertà in molti contesti. Ma fino a che la maggioranza della popolazione non verrà immunizzata dovremo convivere con le regole sul distanziamento e non abbandonare le mascherine. Con le vaccinazioni e il rispetto delle regole una sempre maggior libertà potremmo ritrovarla anche dietro l’angolo”.

I vaccini “rispetto a quella inglese funzionano molto bene, mentre alcuni un po’ meno con quella sudafricana, che fortunatamente circola pochissimo nel nostro Paese. Per la brasiliana gli studi sono in corso e per l’indiana è troppo presto per dirlo”, continua Brusaferro, che sulla risposta immunitaria conclude “Serve ancora tempo per valutare la durata generata dai vaccini. Man mano che si va avanti i tempi si allungano. Prima l’Ecdchaindicatoin6mesiladurata minima dell’immunizzazione, ma nuovi studi già portano l’asticella a 8 mesi ed è probabile che alla fine venga posta ancora più in alto”.

Circa redazione

Riprova

Governo, Renzi: “Complottismo è malattia, Draghi migliore di Conte”

Nessuna operazione men che mai segreta: ho lavorato alla luce del sole perche’ pensavo che …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com