Brindisi. Il Procuratore: Gesto isolato, volontà stragista

L’attentato alla scuola di Brindisi “potrebbe essere un gesto isolato e individuale” ma segue una volontà stragista. E’ quanto dichiara il procuratore di Brindisi, Marco Di Napoli. “Non è impossibile – ha aggiunto – che tutta l’organizzazione sia stata fatta da una persona sola”. Nelle immagini tratte dalle telecamere stradali e prese in visione dagli inquirenti si vede l’attentatore che preme il tasto del telecomando azionando così la bomba che ha ucciso Melissa Bassi. “Immagini terribili”, per il numero uno della procura brindisina.“Abbiamo delle buone immagini. Non ce le hanno regalate ce le siamo andate a cercare. Immagini che possiamo ricollegare con quasi certezza all’attentato”. Di filmati che sarebbero potuti essere utili per le indagini si era appreso ieri quando gli investigatori avevano acquisito tutte le immagini registrate dalle telecamere nei pressi della scuola. In particolare, gli investigatori – dopo aver guardato centinaia di video – avrebbero trovato elementi di interesse nei filmati di una videocamera posta nei pressi di un esercizio commerciale non troppo distante dal punto in cui è scoppiato l’ordigno. Di Napoli ha confermato che da ieri è stata condotta una intensa attività investigativa che ha compreso l’interrogatorio di diverse persone e perquisizioni e controlli in vari luoghi della città e della provincia di Brindisi.Sono stazionarie le condizioni delle ragazze ferite. Le quattro ragazze ricoverate nell’ospedale brindisino ‘Antonio Perrino’ hanno trascorso la notte senza problemi. Le condizioni delle due che sono ricoverate nel Centro Grandi ustionati – Azzurra Camarda e Sabrina Ribezzi – stanno pian piano migliorando. La pressione arteriosa si è stabilizzata e i parametri vitali sono buoni. La prognosi tuttavia rimane riservata. Per Vanessa Capodieci, sorella di Veronica, e Selene Greco che si trovano nel reparto di Chirurgia Plastica, la prognosi è stata sciolta: per loro – informa la direzione sanitaria dell’Asl brindisina – parametri vitali molto soddisfacenti.Secondo quanto riferito dalla direzione sanitaria dell’Asl brindisina sono stazionarie anche le condizioni della sedicenne ferita più gravemente, Veronica Capodieci, e da ieri pomeriggio ricoverata nell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com