Brexit, nessuna svolta in colloqui a pochi giorni da vertice Ue

I colloqui dell’ultima ora tra i principali negoziatori sulla Brexit di Londra e Bruxelles non sono riusciti a portare a una bozza di accordo sul “divorzio”, per i contrasti ancora aperti sulla questione della frontiera dell’Irlanda del Nord. Il tutto a pochi giorni dal decisivo vertice dell’Unione Europea. Il ministro britannico per la Brexit, Dominic Raab, ha effettuato un viaggio a sorpresa a Bruxelles per colloqui con il suo ‘omologo’ Michel Barnier, alimentando per un attimo le speranze che un accordo potesse essere in dirittura d’arrivo.

I negoziati si sono invece conclusi senza svolta, compresa la questione degli scambi commerciali da e per l’Irlanda del Nord, emersi come un ostacolo all’intesa e persino come una minaccia alla leadership del primo ministro Theresa May. Fonti diplomatiche hanno confermato alla France Presse che i negoziati sono stati sospesi fino a mercoledì, quando i leader degli altri Ventisette stati membri saranno nella capitale belga alla vigilia del vertice di ottobre, già preannunciato come “momento della verità”. “Abbiamo incontrato Dominic Raab e il team negoziale britannico. Malgrado intensi sforzi, restano ancora aperte alcune questioni chiave, comprese le misure per Irlanda/Irlanda del Nord per evitare una frontiera rigida”, ha scritto Barnier su Twitter, alludendo all’Irlanda (stato membro dell’Ue) e all’Irlanda del Nord (provincia della Gran Bretagna).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com