Brexit, l’Unione Europea indica due strade a Theresa May

Via libera da parte del Consiglio Europeo al rinvio della Brexit ma non oltre il 22 maggio 2019. La decisione è stata presa dopo il vertice tra i 27 Stati membri che non hanno nessuna intenzione di aspettare il 30 giugno, come auspicato dalla premier May. Ma per accettare quella data Bruxelles ha inserito un paletto: la Camera dei Comuni deve accettare l’accordo trovato dalla leader conservatrice. In caso contrario la proroga sarà concessa solo fino al 12 aprile 2019. In quella data la Gran Bretagna dovrà uscire dall’Unione Europea con il cosiddetto ‘no deal’.

Le strade indicate dal Consiglio Europeo sono due ma nessuna coincide con quanto preventivato dalla May. L’UE aveva aperto ad un rinvio fino al 30 giugno con le Europee anche in Gran Bretagna ma gli Stati membri hanno bocciato questa soluzione mettendo il limite massimo al 22 maggio.

Il pugno duro da parte dell’Europa ha complicato un po’ i piani del Regno Unito. Theresa May sperava di avere tempo fino al 30 giugno per trovare un accordo con la Camera dei Comuni ma l’ultimatum di Bruxelles riapre l’ipotesi di un possibile ‘no deal‘.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com