Brasile-Italia. Prandelli: “Nessun vantaggio agli avversari, formazione a sorpresa”

Domani alle 20:30, a Ginevra, si disputerà l’amichevole Brasile-Italia. Un vero e proprio tabù per il ct Cesare prandelli, che si ritrova di fronte la compagine verdeoro, che gli azzurri non battono da trent’anni circa. Precisamente nell’82, al Mondiale in Spagna, fu l’Italia di Bearzot in panchina e Paolo Rossi a battere il Brasile. Prima di volare a Ginevra, dopo l’ultimo allenamento, Prandelli non nasconde la tensione: “Un po’ di dubbi di formazione ci sono, però devo prepararla bene questa partita e non voglio dare alcun tipo di vantaggio al Brasile. Avete visto l’allenamento e potete dedurre quali sono le nostre intenzioni. E’ una partita che vogliamo disputare nel migliore dei modi e mettere in difficoltà questo Brasile”. Negli ultimi preparativi il ct azzurro ha provato la formazione tipo con il solito Buffon tra i pali, difesa a quattro che da destra sono Maggio, Barzagli, Bonucci e De Sciglio. Centrocampo a sorpresa con Giaccherini avanzato con Marchisio, De Rossi e Pirlo. Altra sorpresa in attacco con il duo Balotelli-Osvaldo. Da Coverciano però giunge la brutta notizia del ritiro di Giorgio Chiellini che ha dovuto lasciare gli azzurri a causa di una forte contusione alla caviglia, che il difensore ha rimediato in Campionato contro il Bologna. “Avevate capito che non ero tanto ottimista sulle condizioni di Giorgio – ha spiegato il medico della Nazionale, Enrico Castellacci -. Contavo in un suo recupero chiaramente non per giovedì, ma in vista della gara contro Malta. Le condizioni delle caviglie sono migliorate perchè si sta sottoponendo alle terapie del caso, ma avrei delle preoccupazioni anche per la partita di martedì”. L’altro assente sarà Ignazio Abate, sofferente per un risentimento all’adduttore destro. La Nazionale del Brasile ha invece deciso di allenarsi nella città di Nyon, a pochi chilometri da Ginevra, nonché quartier generale dell’Uefa. Il tecnico Felipe Scolari dovrebbe con ogni probabilità puntare sul 4-2-3-1 schierando in campo Dani Alves, David Luiz, Thiago Silva e Marcelo in difesa; a centrocampo dovrebbero agire Ramires e Gustavo con Lucas a supporto del trio Oscar, Hulk e Neymar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com