Borsa: Asia a picco con Wall Street, Shanghai -4%

Avvio leggermente negativo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,58%, l’Ftse All-Share un calo dello 0,57%.

Borse asiatiche in profondo rosso in scia al crollo di Wall Street. Tokyo ha chiuso in calo del 2,32%, Seul dell’1,82% e Sydney dello 0,9%. I listini più colpiti sono quelli cinesi con Shanghai che affonda del 4,05%, Hong Kong del 3,5% e Shenzhen del 3,19%. A scatenare le turbolenze il timore dei rialzi dei tassi Usa, con effetti sugli utili aziendali e sul potere d’acquisto. Un timore alimentato dalla corsa del rendimento dei titoli di Stato americani, salito ai massimi da quattro anni, toccando un massimo 2,88%.

 Torna la volatilità e, soprattutto, le vendite sui mercati di tutto il mondo: ieri male le Borse europee con Francoforte, Milano e Madrid particolarmente deboli, Wall Street passa un’altra giornata in apnea e anche i titoli di Stato accusano forti tensioni, a partire da quelli del Regno Unito dopo che Bank of England ha avvisato di valutare un aumento dei tassi prima del previsto.

Ed è il dossier tassi – che ha avviato la scorsa settimana la forte correzione dei listini finanziari – a tenere ancora banco, con l’aggiunta di altri elementi che hanno ampliato la corrente di vendite, diventata irrefrenabile quando i futures su Wall street si sono fatti molto pesanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com