Bongiorno e Damiano: ‘Ingiusto e illogico non assumere idonei concorso’

 ‘Se il ministro Giulia Bongiorno, prevede che nel 2019 ci saranno 250.000 lavoratori che lasceranno la Pubblica Amministrazione per andare in pensione, cosa largamente prevedibile e da noi più volte denunciata, perché non coglie l’occasione per assorbire gli idonei e i vincitori di concorso rimasti finora esclusi a causa del blocco del turnover?’,   dichiara Cesare Damiano, dirigente del Partito Democratico, a proposito delle parole della ministra Giulia Bongiorno al Forum della P.A.

 A tal proposito – continua – giova ricordare che le predette graduatorie sono finora sopravvissute al taglio previsto dall’ultima legge di Bilancio e che andranno in scadenza, per buona parte, a settembre 2019. Come sempre, anziché risolvere i problemi storici delle Pubbliche Amministrazioni attraverso l’utilizzo dello strumento più rapido ed economico, cioè le graduatorie, il ministero della P.A. ha preferito la strada dell’ingiustizia e dell’illogicità tagliando una parte di quelle vigenti. Senza contare quanto costa rifare i concorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com