Bologna, iniziato lo sgombero del centro sociale Xm24. Attivisti sul tetto

Alle prime luci dell’alba, intorno alle 5.30, gli uomini delle forze dell’ordine sono entrati in azione per effettuare lo sgomberodello spazio pubblico autogestito Xm24 in via Fioravanti, in zona Bolognina, nella prima periferia del capoluogo emiliano. Il Comune ha annunciato di volere realizzare, al posto dello stabile, 10 appartamenti di co-housing.

 Sul posto, polizia e carabinieri in assetto antisommossa. Le strade adiacenti l’ex mercato ortofrutticolo sono state chiuse alla circolazione: una parte di via Bolognese, la rotonda Alex Langer, via Fioravanti e via Tibaldi.

Agenti e militari hanno aperto una rete e sono entrati dentro il centro sociale. Nel cortile della struttura è stata fatta entrare una ruspa. Quando il mezzo è entrato in azione, gli attivisti all’esterno, radunati in un parco, hanno iniziato a spingere le reti che delimitano l’area esterna dell’edificio. Accanto a loro la polizia in tenuta anti sommossa. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

Secondo le prime informazioni, una parte degli attivisti è ancora all’interno: tre o quattro sono seduti sul tetto dell’ex mercato ortofrutticolo e sventolano bandiere.

 All’esterno del parco, in zona adiacente al cortile, sono aumentati gli attivisti a sostegno del centro sociale: si contano circa 2-300 persone. Il consigliere comunale della Lega Umberto Bosco, di passaggio per assistere alle operazioni, è stato fischiato dagli attivisti e si è allontanato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com