Bologna, 1 morto e 145 feriti, Conte in visita all’ospedale di Cesena e Bologna

E’ di un morto e circa 100 feriti di cui due gravi, il bilancio dell’esplosione di un’autocisterna, ieri, in tangenziale sulla A14 alle porte di Bologna, nella zona di Borgo Panigale. Tre feriti sono ustionati in modo serio e sono stati portati al Centro grandi ustionati all’ospedale Bufalini a Cesena.

E’ questo il tragico bilancio del terribile incidente di ieri, sul viadotto che collega l’A1 alla A14, un punto nevralgico per le autostrade, all’incrocio fra le diramazioni per Milano, Firenze e Rimini, raddoppiato dalla tangenziale di Bologna. Sotto il ponte, una strada di grande traffico e un quartiere popolare e popoloso. Sulla dinamica, le immagini diffuse dalla Polizia non lasciano dubbi. Si vede una cisterna, piena probabilmente di gpl, che va dritta addosso a un Tir, senza nemmeno abbozzare una frenata. Perché, non sarà facile saperlo: il conducente della cisterna è l’unico morto identificato, completamente carbonizzato. Urto tremendo e prima esplosione, ancora abbastanza contenuta.

Dalle case la gente sente il botto e si affaccia. Inizia la corsa al selfie e al video fai-da-te. Dopo qualche minuto, forse più interminabile nei racconti che nella realtà, l’acciaio della cisterna inizia a cedere, la pressione del gas a salire, il serbatoio diventa a tutti gli effetti una bomba e infatti salta per aria. Quei minuti hanno salvato molte vite, quelle di chi sulla carreggiata ha fatto in tempo ad allontanarsi prima dell’esplosione.

A breve, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte dovrebbe arrivare al nosocomio per portare loro  la vicinanza del Governo. Dopo si recherà a Bologna ma non è stato reso noto, ancora, il suo itinerario. Probabilmente si recherà negli ospedali cittadini. Tra i tre ustionati c’è anche un poliziotto della stradale, ustionato gravemente ma, parrebbe, non in pericolo di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com