Bimba rom di 4 anni violentata a Napoli, arrestato uno zio

Il suo nome lo aveva fatto la madre, dopo aver ascoltato il racconto della piccola, un resoconto di quanto accaduto ripetuto anche in forma protetta agli inquirenti. Le forze dell’ordine sono andati a prenderlo al campo rom dove vive, ma lui in un primo tempo si era professato innocente. Questa notte, pero’, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato di aver violentato sua nipote di 4 anni, causandole delle lesioni interne. E’ stato arrestato cosi’ l’autore degli abusi ai danni di una bimba di 4 anni, ai margini di in un campo rom alla periferia di Napoli lo scorso 9 aprile. La madre della vittima l’aveva portata nell’ospedale pediatrico Santobono perche’ aveva visto delle perdite ematiche. Da li’ e’ stata ricoverata al policlinico Federico II per accertamenti ed e’ ancora tenuta sotto osservazione e con sostegno psicologico.

La procura di Napoli ha disposto un fermo di indiziato di delitto dell’uomo per violenza sessuale aggravata in danno di una minore di anni 5. La madre della vittima gia’ il 9 aprile scorso aveva sporto querela nei suoi confronti, accusandolo di aver abusato della figlia. Indagini con l’ausilio di attivita’ tecniche hanno consentito di rintracciarlo nei pressi della stazione ferroviaria Circumvesuviana del quartiere di Barra, dato che si era nel frattempo reso irreperibile. Alla vista delle forze dell’ordine l’uomo ha tentato la fuga. Sottoposto ad interrogatorio, ha confessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com