Bersani: “Nessun patto per le cariche, lavoro per un partito unito”

“Non ci sono in corso né patti grandi né patti medi né patti piccoli. Io lavoro per un partito unito, rinnovato, contendibile e senza padroni”. Lo dichiara il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, secondo cui non esisterebbe alcun tipo di accordo tra gli esponenti del suo partito per future future cariche istituzionali e di governo.

“Vedo da agosto in qua – sottolinea Bersani – su diversi organi di stampa indiscrezioni su ipotetici patti che io avrei fatto o starei facendo per incarichi istituzionali, di partito e di governo. Molto serenamente, semplicemente, ma fermamente, voglio dire che non sono in corso né patti grandi, né medi né piccoli, perché io ho una certa idea del futuro della democrazia”. “Tuttavia, ricorda il segretario del Pd, “ho chiesto io primarie aperte per la candidatura a premier, anche in deroga allo statuto, e l’anno prossimo come da statuto avremo il congresso del Pd, che è la forma congressuale più aperta in ogni partito nel mondo”.

“Si sgombri il campo da cose che non esistono e si parli di Italia. Io parlerò di Italia e il prossimo appuntamento è per l’Italia”. Bersani nega ‘patti di sindacato’ interni al Pd per le cariche in caso di vittoria alle elezioni e spiega che la sua campagna per le primarie e poi elettorale sarà sul Paese. “Gli osservatori – aggiunge il segretario del Pd – tengano conto di questo. Oggi ho avuto un incontro sul Sud e ieri sull’Alcoa e andrò avanti così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com