Beppe Grillo a Napoli incontra i giovani di Optima Italia

Beppe Grillo a Napoli ha incontrato i giovani di Optima Italia:  ‘O in un anno  gli italiani decidono di darci una possibilità, o ce ne andiamo a casa. Ma c’è un pericolo, se andiamo a casa noi,  come in tutta Europa,  arrivano le destre quelle forti. Noi abbiamo arginato Forza Nuova e Casapound,  ma in tutta Europa si sta riformando il nazismo. Noi abbiamo un anno, anno e mezzo di autonomia nervosa perchè non possiamo fare ancora cinque anni di opposizione perchè è pericoloso per la gente ed è frustrante. Noi siamo opposizione finta, nel senso che siamo messi in un angolo. Fanno decreti legge, una legge con qualsiasi cosa e la votano. La nostra è un’opposizione insignificante e traumatica. O in un anno gli italiani decidono di darci una possibilità, se no ce ne andiamo a casa’. Chiariamo che ‘Optima italia’ è un caso di successo tutto partenopeo, un’intuizione imprenditoriale di Danilo Caruso e Alessio Matrone che nel giro di pochi anni è diventata una Spa con 400 addetti, tutti trentenni e in costante movimento. ‘La Google del Sud’ per alcuni, il ‘best place to work’ per i ragazzi che ci lavorano. Optima Italia Spa è una società nata nel 1999 si occupa della vendita dei servizi di telecomunicazione ed energia in un’unica soluzione, ovvero telefonia, internet, elettricità e gas. La sua organizzazione è presente in centri commerciali di varie regioni italiane, attraverso delle apposite postazioni, e impiega centinaia di giovani nell’obiettivo di soddisfare i bisogni energetici e di comunicazione di imprese e famiglie offrendo ai giovani la possibilità di esprimersi e di integrarsi in sistemi molto avanzati di comunicazione. Sulla base di questi presupposti non sorprende l’interesse di Grillo di incontrarli e coinvolgerli nelle sue linee di comunicazione. Linee di Casaleggio comunicazione che hanno sempre contraddistinto il M5s.  Grillo fa anche un paragone tra il movimento e il Leicester di Ranieri:  ‘Io e Casaleggio, siamo un miracolo. Come il Leicester. La dimostrazione che i miracoli succedono. Senza soldi, con un computer, abbiamo fondato un movimento politico. Non ci credeva nessuno ma se non immagini il futuro non arrivi.  Dietro l’immaginazione c’è sempre qualcosa per gli altri. Questo ha spiazzato tanti: la rinuncia ai soldi, ai rimborsi. 42 milioni facevano comodo. Erano tanti. Ma abbiamo scelto un’altra strada. Io ero un privilegiato, un comico, a posto finanziariamente, mi sentivo in obbligo di fare qualcosa per gli altri’. A Napoli il traffico è come internet, ha dei flussi. Si sono spenti i semafori per una settimana e non se ne è accorto nessuno. Ma questo  è l’unico modo perchè il flusso possa andare. Per gestire la città ci sono intelligenze e fantasia, ha rincarato Grillo. In seguito si è spostato sulle espulsioni: ‘Serve un algoritmo: se tradisci il programma vieni espulso. Noi  stiamo lavorando a un programma, il cosiddetto ‘blockhain’, cioè le catene di blocco per l’informazione criptata. Hai un algoritmo e non ci sono intermediari. Se usato in politica potrebbe essere interessante perchè se un parlamentare che hai votato non segue il programma viene automaticamente espulso’. In sintesi un optimo discorso ben concepito per Optima…

Cocis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com