Belgio. Strage famiglia, padre accusa giovane collega

L’autore della strage di famiglia avvenuta venerdì sera in Belgio, dove hanno perso la vita una mamma con i tre suoi figli, potrebbe essere un collega del padre. Jasbir Singh, al suo rientro a casa, ha trovato la moglie e i tre bimbi sgozzati. Interrogato a lungo l’uomo ha lanciato dei sospetti su un aiuto cuoco del ristorante dove lavora, lo ‘Shake Hands’ nel quartiere residenziale di Woluwe-Saint-Pierre. L’uomo, chiamato Alam, originario del Bangladesh, ha tra i 26 e i 28 anni e venerdì, giorno in cui è stata compiuta la strage, non si è presentato al lavoro. Da allora ha fatto perdere le proprie tracce. Il quotidiano fiammingo ‘Het Laatste Nieuws’ riporta che dalla cucina del ristprante sarebbe sparito un coltello da cucina. Secondo Singh, il giovane collega sarebbe stato geloso del suo ruolo di braccio destro del proprietario del ristorante, e aveva anche una buona conoscenza della casa in cui è avvenuto il quadruplice omicidio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com