Bce taglia i tassi di interesse, Draghi: “Crescita Eurozona ancora debole”

Taglio dello 0,25% per il tasso di riferimento, voluto dalla Bce. Il valore arriva dunque allo Dallo scorso 8 dicembre era fermo invece all’1%.

Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema scende quindi di 25 punti base, a partire dall’operazione con regolamento l’11 luglio 2012. Anche il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale scende di 25 punti base, all’1,50%. Mentre il tasso di interesse sui depositi presso la banca centrale e’ ridotto di 25 punti base, allo 0,00%.

Le borse europee accolgono con poco entusiamo la decisione della Bce. Londra segna +0,44% a 5.710 punti, Francoforte +0,67% a 6.608, Parigi +0,33% a 3.278, Amsterdam+0,22% a 315,50 e Milano +0,34% a 14.428.

Sul Ftse Mib spicca il rialzo di Finmeccanica, in progresso del 3,15% a 3,27 euro. Il gruppo dell’aerospazio beneficia delle indiscrezioni di un’offerta di Siemens su Ansaldo Energia in arrivo nei prossimi giorni. Il colosso tedesco sarebbe al lavoro con il consulente Credit Suisse per presentare un’offerta che si aggirerebbe su 1,3 miliardi di euro. Bene anche Ansaldo Sts, in progresso dell’1,94%.

I titoli del comparto bancario si muovono contrastati. Bene Bpm (+1,79%). Bper (+0,39%) e Unicredit (+0,81%). In flessione, invece, Intesa Sanpaolo, che lascia sul terreno l’1,56%, in compagnia di Ubi Banca (-0,31%) e Banco Popolare (-0,49%). A due velocita’ anche gli assicurativi, con Generali in calo dell’1,54% e Mediolanum in rialzo del 3,84%.

Fra gli altri titoli del Ftse Mib Fiat guadagna lo 0,92% e Fiat Industrial lo 0,58%. Eni sale dello 0,63% ed Enel lascia sul terreno lo 0,86%. Sull’All Share Fonsai, mentre e’ in corso il cda per definire i dettagli dell’aumento di capitale, cede lo 0,51%, Milano Assicurazioni guadagna lo 0,36%, mentre Premafin perde l’1,70% e Unipol lo 0,71%.

Draghi; “Crescita Eurozona ancora debole”. Ancora debole la crescita nell’Eurozona, spiega Draghi, e gli elevati li livelli di incertezza pesano sul clima di fiducia”. Ora “vediamo un indebolimento della crescita in tutta l’area euro, compresi i Paesi che prima continuavano a crescere”. Draghi ha poi dichiarato che il consiglio direttivo della Bce ha accolto positivamente le decisioni del recente vertice europeo tra cui anche lo scudo anti spread proposto dall’Italia. “C’è stata inoltre un’ accoglienza positiva della decisione di usare il Efsf e l’Esm in maniera flessibile, riferisce Draghi, così come la possibilità di utilizzarli per ricapitalizzare direttamente le banche e la proposta di procedere verso una integrazione della vigilanza bancaria nell’Ue”.

Circa admin

Riprova

Criptovalute, nuova truffa a Roma Nord

Promettevano grandi e rapidi guadagni investendo in una moneta virtuale chiamata Hu. Ma era tutto un bluff. Le vittime …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com