Bce, stop a Qe. Da gennaio 2019 non saranno acquisti Titoli di Stato

Il programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Bce, il cosiddetto Quantitative Easing, terminerà a partire dal prossimo gennaio. Lo ha spiegato una nota l’Eurotower al termine della riunione del consiglio direttivo di oggi. La Banca Centrale Europea ridurrà gli acquisti di titoli fatti attraverso il Qe a 15 miliardi al mese da ottobre a dicembre, per poi portarli a zero da gennaio in poi. Allo stesso tempo la Bce continuerà a reinvestire il capitale dei bond acquistati che giungono a scadenza “a lungo dopo la fine degli acquisti netti, e in ogni caso per tutto il tempo necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario”.

La decisione dell’Eurotower è stata presa nella riunione ‘fuori sede’ a . “Dopo settembre 2018, e in subordine al fatto che i dati in arrivo confermino le stime di medio termine d’inflazione, il tasso mensile degli acquisti netti di titoli sarà ridotto a 15 miliardi fino a fine dicembre 2018, e che a quel punto gli acquisti netti termineranno”, si legge in una nota della Bce.

“La Bce promette tuttavia di proseguire con il reinvestimento – ossia l’utilizzo del capitale rimborsato dei bond che ha in portafoglio e che arrivano a scadenza per comprare nuovi titoli di pari durata – ancora a lungo e per tutto il tempo necessario ad assicurare l’accomodamento monetario necessario. I tassi rimangono fermi ai minimi record “almeno per tutta l’estate 2019” e in ogni caso finché sarà necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com