Bankitalia: Ancora indecisione sul dopo Draghi

E’ancora un’ incognita il nome del successore di Mario Draghi in Bankitalia: in pole c’é il dg dell’Istituto, Fabrizio Saccomanni, rispuntano i nomi di Grilli e Bini Smaghi.

Tremonti a Palazzo Chigi, incontra Berlusconi: Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, è appena giunto a palazzo Chigi per incontrare il premier, Silvio Berlusconi. Primo del titolare del Tesoro, il presidente del Consiglio ha ricevuto nella sede del governo Mario Draghi, governatore della Bankitalia.

La prossima riunione ordinaria del consiglio superiore di Bankitalia, l’ultima sotto la presidenza di Mario Draghi, è stata convocata per il 24 ottobre. Lo fa sapere il consigliere anziano Paolo Blasi precisando tuttavia che, nel caso arrivasse la lettera del Premier, lo stesso Blasi può convocare anticipatamente un consiglio straordinario.

E’ cominciato al Tesoro l’incontro tra il governo e gli imprenditori e banche sullo sviluppo in vista dei decreti che dovranno essere varati prossimamente dal governo. Secondo quanto si apprende all’incontro sono presenti per il governo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il ministro dell’Economica Giulio Tremonti, il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture Altero Matteoli, il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli e il ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani. All’incontro partecipa anche il Ragioniere generale dello Stato Mario Canzio. Per Bankitalia è presente il vicedirettore generale Ignazio Visco, mentre per l’Abi partecipa il presidente Giuseppe Mussari e il direttore generale Giovanni Sabatini. Infine per Confindustria siede al tavolo il vicepresidente Cesare Trevisani, mentre per Rete Imprese Italia c’é Ivan Malavasi.

Riunione ordinaria al Consiglio superiore di Bankitalia: Una riunione di tipo ordinario. Così viene descritta la riunione del Consiglio superiore della Bankitalia, iniziata intorno alle 11,30 nella sede di palazzo Koch. L’organismo non ha quindi esaminato, in assenza di una indicazione mediante lettera da parte del governo, alcun candidato per la successione del governatore Mario Draghi, presidente designato della Bce.
Bersani e Casini preoccupati da incertezza:  Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani e il leader Udc Pier Ferdinando Casini, in un incontro stamattina, si sono detti preoccupati per la situazione di incertezza per lo scontro in corso per la successione a Mario Draghi al vertice di Banca d’Italia.

Bocchino: balletto tattative su Bankitalia, deleterio per Italia”Il balletto delle trattative politiche sul governatore della Banca d’Italia è uno schiaffo all’indipendenza di Palazzo Koch e rischia di minare ulteriormente la credibilità italiana sui mercati internazionali e nei rapporti con la Bce”. Lo dichiara il vicepresidente di Fli, Italo Bocchino, osservando che “sarebbe invece opportuno accelerare la designazione lasciando fare, com’é prassi, alle dinamiche interne dell’istituto, la cui politicizzazione richiesta da Tremonti è preoccupante e anti-istituzionale”.

Di Pietro: nomine vertici non devono essere oggetto di scambio:  “Deploriamo che anche per un organo che dovrebbe essere di garanzia, le nomine dei vertici debbano essere oggetto di mercanteggiamento e di voto di scambio”. Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro commenta così le voci di un braccio di ferro Berlusconi-Tremonti su chi debba succedere a Mario Draghi a Bankitalia. “Chiediamo – aggiunge – che il nuovo Governatore venga scelto con criteri di trasparenza e non grazie ad accordi sotterranei a Palazzo Grazioli”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com