Bancarotta fraudolenta: Agrigento, sequestro 8 mln a imprenditore

La divisione Anticrimine della polizia e la Guardia di finanza di Agrigento hanno eseguito un decreto emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale, relativo al sequestro patrimoniale di 8 milioni di euro a carico di Giuseppe Burgio, 54 anni, noto imprenditore operante nel settore della grande distribuzione alimentare, condannato a 8 anni per bancarotta fraudolenta.

Il sequestro, realizzato su proposta del questore Rosa Maria Iraci, riguarda diversi beni immobili, tra cui un centro commerciale, autovetture, conti correnti e gioielli, per diversi milioni di euro. Burgio, il 27 ottobre del 2016, giorno dell’operazione “Discount”, era finito in carcere con l’accusa di avere “svuotato” le aziende del gruppo facendo sparire beni e risorse per oltre 50 milioni. In una successiva inchiesta sono finiti a giudizio anche diciannove fra funzionari di banca e professionisti che avevano amministrato i conti delle aziende al centro del crack.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com