Avellino: indagine carabinieri su possibile inquinamento del fiume Ofanto, due denunce

I carabinieri della Stazione Forestale di Bagnoli Irpino hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino i responsabili di una societa’ e dell’impianto di depurazione posto a servizio delle aziende presenti nell’area industriale di Nusco. L’indagine, condotta unitamente ai colleghi Forestali della Stazione di Lioni, ha preso spunto dall’anomala colorazione e schiumosita’ delle acque del fiume Ofanto.

I militari, infatti, sono giunti ad un suo affluente e quindi al punto di immissione degli scarichi provenienti dall’impianto di depurazione in argomento. Personale tecnico dell’Arpac di Avellino, opportunamente interessato, ha proceduto al campionamento delle acque di scarico constatando all’esito delle analisi il superamento dei limiti tabellari, in relazione ai parametri “cloro attivo libero” e “saggio di tossicita’ acuta”. Alla luce delle evidenze emerse, a carico dei due e’ scattato il deferimento in stato di liberta’ alla Procura della Repubblica di Avellino in quanto ritenuti responsabili di violazione alle norme in materia ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com