Austria, dopo Sophia serve nuova azione

 L’operazione “Sophia non esiste più”, e quindi per il monitoraggio dell’embargo Onu sulle armi alla Libia “serve un’operazione militare” nuova. Così il ministro degli Esteri austriaco, Alexander Schallenberg.

Occorre – ha detto – un’operazione “che possa effettivamente fare quello che deve, principalmente il monitoraggio dell’embargo sulle armi. E in questo caso si può parlare di tutto, ma non vicino alle coste libiche, non una ripresa di Sophia”, ha chiarito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com