Atletica: doping, velocista Mullings squalificato a vita

Il velocista giamaicano Steve Mullings, quarta miglior prestazione mondiale di quest’anno sui 100 metri con il tempo di 9’80, è stato squalificato a vita per esser risultato positivo all’antidoping. Con precisione si tratta della seconda infrazione di questo tipo, ed è per questo che è scattata la sospensione a vita. Mullings era risultato positivo già all’antidoping nel 2004, in quel caso per steroidi, e per tal motivo scontò la pena di due anni di stop. La commissione disciplinare della federazione giamaicana, per l’occasione riunitasi a Kingston, ha squalificato Mullings dopo che anche le controanalisi hanno accertato la sua positività per furosemide, un diuretico ‘coprente’ trovato nelle urine del velocista sottoposto a controllo a giugno nel corso dei campionati nazionali. Il verdetto dei tre componenti della disciplinare è stato unanime, e per Mullings, che ha sempre proclamato la propria innocenza, scatta la squalifica a vita. L’atleta ha comunque annunciato che farà ricorso davanti al Tas, il tribunale di arbitrato dello sport di Losanna.

Circa redazione

Riprova

La grande boxe si fa elegante a Roma

Oggi 13 Ottobre va in scena un evento che mancava da anni nella capitale, con …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com