Atene: secondo giorno di sciopero, morto un manifestante

Già una vittima nello sciopero ad Atene.. Si tratta di un uomo di 53 anni, secondo la tv Skay, che sarebbe rimasto coinvolto negli scontri che hanno visto opposti i componenti del servizio d’ordine del partito comunista e i giovani incappucciati. La morte sarebbe stata causata da un infarto.

Oltre quaranta persone sarebbero invece rimaste ferite durante scontri avvenuti oggi in piazza Syntagma nel corso delle manifestazioni di protesta contro le ultime misure di austerity del governo greco. Lo hanno riferito le radio locali. I feriti sono tutti civili e fra di loro vi sono sia alcuni giovani incappucciati sia membri del servizio d’ordine del partito comunista e del sindacato comunista Pame con i quali si sono scontrati. Al momento non risultano poliziotti feriti.

Secondo giorno di sciopero: Sono quasi 20mila i manifestanti che sono scesi in piazza Syntagma, ad Atene, per protestare contro il voto delle nuove e più rigide misure di austerity del governo in programma per oggi. La maggior parte dei manifestanti sono aderenti o simpatizzanti del partito comunista mentre circa 2.000 sono dipendenti del ministero della Sanità e personale ospedaliero che protesta contro i tagli degli stipendi e degli organici previsti dal decreto legge che oggi andrà al voto. Sulla piazza sono presenti anche circa 300 giovani vestiti di nero e incappucciati che ieri si sono scontrati con le forze dell’ordine e provocato ingenti danni sulla piazza e nelle strade circostanti.

Circa redazione

Riprova

Ucraina, Kiev: “Attacchi russi a Lugansk su nove fronti”

Gli attacchi dei soldati russi nella regione di Lugansk, nell’Est dell’Ucraina, sono concentrati su nove …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com