Arrestato a Fiumicino un cittadino pachistano accusato di terrorismo

ROMA. Un cittadino pachistano accusato di terrorismo è stato arrestato all’aeroporto di Roma Fiumicino dalla polizia di Sassari. L’uomo è sospettato di aver partecipato alla strage nel mercato di Peshawar del 28 ottobre del 2009, dove un’esplosione uccise più di cento persone. L’operazione  condotta dagli agenti della Digos di Sassari in collaborazione con la Digos di Roma e la polizia di frontiera di Roma-Fiumicino rientra nel quadro della vasta operazione antiterrorismo del 24 aprile scorso, durante la quale vennero emesse 18 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di pachistani ed afgani facenti parte di un’organizzazione criminale transnazionale attiva soprattutto in Italia anche per finanziare le principali organizzazioni terroristiche internazionali La persona arrestata era arrivata a Fiumicino a bordo di un volo partito da Islamabad. Secondo le forze dell’ordine, avrebbe ospitato prima a Roma, e poi a Olbia, un presunto terrorista che voleva compiere un attentato suicida sul territorio italiano. L’operazione rientra nell’ambito dell’operazione antiterrorismo del 24 aprile scorso, che ha portato all’arresto di diciotto persone affiliate ad un’organizzazione terroristica che s’ispira ad Al Qaeda. Tra i probabili obiettivi del gruppo, secondo le forze dell’ordine, c’era anche il Vaticano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com