Arrestati spacciatori, vendevano hashish nel negozio ortofrutticolo

Oltre a frutta verdura i clienti potevano acquistare anche hashish.Ad Ostia, sul litorale romano, i carabinieri hanno scoperto che in un negozio ortofrutticolo si spacciava abitualmente.

A finire in manette sono state  5 persone, tra cui due donne, oltre un chilo la droga sequestrata. I militari della stazione di Roma Villa Bonelli per lungo tempo hanno seguito gli spostamenti di alcuni noti assuntori di sostanze stupefacenti, fino ad individuare quale loro assidua meta, un negozio di ortofrutta in via Desiderato Pietri, ad Ostia, gestito da cittadini cileni.

Al momento giusto gli investigarori hanno fatto scattare il blitz nell’esercizio commerciale scoprendo che i cileni, con la complicità di due romani, avevano stoccato nel negozio 1,2 chili di hashish, nascosti in doppifondi in alcune cassette di frutta e verdura.

Le verifiche si sono spostate anche nelle abitazioni dei cinque, dove gli inquirenti hanno sequestrato circa 400 grammi di cocaina, già suddivisi in singole dosi, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e caricatore inserito con 8 proiettili, 8 mila euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività della banda, e tutto il materiale per il peso ed il confezionamento delle dosi di droga. La pistola è stata inviata ai laboratori balistici del Ris di Roma, dove verrà sottoposta ai dovuti accertamenti tecnici per verificare se possa essere stata utilizzata in passati fatti di cronaca. Al  carcere di Rebibbia femminile e a Regina Coeli sono finiti tre cileni, due uomini e una donna tra i 24 ed i 25 anni e due romani di 21 e 25 anni, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi con matricola abrasa in concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com